Coenobium Monastero Trappiste di Vitorchiano 2017

Il Coenobium è un vino bianco fresco, beverino e piacevolmente rustico prodotto dalle monache Trappiste di Vitorchiano da uve bianche tipiche del territorio. Ha un profilo agile e rinfrescante, sapido e minerale con note aromatiche di fieno, erbe di campo, humus e frutta bianca matura. Un inno alla vita cenobitica e comunitaria! Vino fatto come una volta con metodi artigianali

12,00 € Disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione
Lazio IGT
Vitigni
Trebbiano 45%, Malvasia del Lazio 35% e Verdicchio 20%
Regione
Gradazione
12.5%
Formato
Bottiglia 75 cl
Vigneti
Su un terreno roccioso magmatico chiamato “peperino”
Vinificazione
Fermentazione alcolica con lieviti indigeni
Affinamento
Alcuni mesi in vasche d’acciaio
Filosofia produttiva
Artigianali fatti come una volta, Lieviti indigeni,

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini bianchi leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Evolve

Vino ottimo da bere adesso, ma che può avere una bella evoluzione se lasciato riposare un po’ di tempo in cantina

Puoi lasciarlo riposare in cantina tranquillamente per 2-3 anni

descrizione del sommelier

Il Coenobium è un vino bianco espressivo e affascinante, prodotto nel Monastero di Vitorchiano dalle monache Trappiste, nel rispetto di metodi antichi e tradizionali. Le monache gestiscono questo monastero nell’Alto Lazio dal 1957 e, da allora, provvedono al proprio sostentamento vendendo marmellate, ortaggi, olio e vino. Dalla collaborazione con Giampiero Bea e seguendo la visione ecologica dell’enciclica Laudato si’ di papa Francesco, sono nati due vini bianchi dal profilo piacevolmente rustico che incarnano lo stile di vita umile, semplice e comunitario del Monastero.

Le uve di Trebbiano, Malvasia del Lazio e Verdicchio da cui si ottiene il vino bianco Coenobium provengono esclusivamente dalle vigne del Monastero, radicate su un terreno magmatico roccioso chiamato peperino e coltivate senza ricorrere a trattamenti invasivi. Il processo produttivo prevede una fermentazione spontanea con lieviti indigeni e una breve sosta sulle fecce fine, senza ricorrere a stabilizzazioni forzate. Nasce così un’espressione territoriale sincera ed espressiva, variabile a seconda dell’annata ma sempre caratterizzata da una buona freschezza e da una grande agilità di beva.

Il Coenobium Bianco è un inno alla vita semplice e agreste, alla gioia dello stare insieme con amicizia e spirito di condivisione. Nel calice si presenta con un colore paglierino e una leggera velatura dovuta alla scelta di non sottoporre il vino a filtrazioni invasive. Al naso emergono sentori marini e minerali, uniti a una delicata complessità di erbe selvatiche, fiori di campo, fieno, pere mature, lieviti e humus. Il sorso rivela freschezza, dinamismo, agilità e mineralità e racconta, senza filtri o artifici la sinergia, laboriosa e contemplativa insieme, tra le monache Trappiste e il terroir dell’Alto Lazio.

Colore Giallo paglierino con sottile velatura

Profumo Delicato e minerale, con piacevoli sentori rustici di fieno, erbe di campo, humus e frutta bianca matura

Gusto Molto fresco, floreale e marino, agile e dinamico, di ottima sapidità

produttore: Monastero delle Trappiste di Vitorchiano

Vini principali
Blend di Trebbiano, Malvasia, Verdicchio e Grechetto
Anno di fondazione
1957
Ettari vitati
2.5
Uve di proprietà
100
Produzione annua
20.000 bt
Enologo
Giampiero Bea
Indirizzo
Via della Stazione, 23 - 01030 Vitorchiano (VT)

Perfetto da bere con

  • Stuzzichini Stuzzichini
  • Antipasti caldi di pesce Antipasti caldi di pesce
  • Pasta al pesce in bianco Pasta al pesce in bianco
  • Formaggi freschi Formaggi freschi
  • Uova e torte salate Uova e torte salate