Greco di Tufo Villa Raiano 2018

Il Greco di Tufo di Villa Raiano è un vino bianco che colpisce per freschezza, mineralità e sapidità. Vinificato e affinato in acciaio, esprime un bouquet molto fragrante che ricorda gli agrumi freschi, la frutta bianca croccante e i fiori bianchi, con sottili incursioni minerali. Al sorso manifesta agilità e facilità di beva, grazie ad una netta e piacevole componente di freschezza marina

12,50 € Solo 2 con disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione
Greco di Tufo DOCG
Vitigni
Greco 100%
Regione
Gradazione
13.0%
Formato
Bottiglia 75 cl
Vigneti
Su suoli prevalentemente calcarei argillosi, con presenza di sabbie, limo e marne, dai vigneti siti in 3 differenti zone: a Montefusco a 500 metri slm, ad Altavilla Irpina a 550 metri slm e a Tufo a 500 metri slm
Vinificazione
Pressatura soffice a grappolo intero e fermentazione alcolica in acciaio a temperatura controllata
Affinamento
4 mesi in acciaio

Premi e riconoscimenti

James Suckling
2018
92 / 100
Veronelli
2017
91 / 100
Gambero Rosso
2017
2 / 3
Robert Parker
2017
89 / 100

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini bianchi leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Quando bere

Evolve

Vino ottimo da bere adesso, ma che può avere una bella evoluzione se lasciato riposare un po’ di tempo in cantina

Puoi lasciarlo riposare in cantina tranquillamente per 2-3 anni

descrizione del Greco di Tufo Villa Raiano

Villa Raiano è una cantina che produce il suo Greco di Tufo a Raiano Serino, in provincia di Avellino. Una rinomata realtà campana che presenta una struttura perfettamente integrata nell’ambiente circostante, con una meravigliosa terrazza che si affaccia sulla vallata solcata dal fiume Sabato, popolata da vigneti e boschi che compongono un paesaggio bucolico da sognatori. Il profumo di muschio selvatico si intreccia alle sinuose trame collinari e montane dell’Irpinia, terra meridionale che mostra un volto insolito del Sud Italia, più austero. Le sue etichette venivano originariamente prodotte nei vecchi opifici che tradizionalmente la famiglia utilizzava per la trasformazione dell’olio. Il progetto principale è cercare di utilizzare le vigne in maniera che diano risultati completamente differenti tra loro, perché le diversità sono la forza di questi luoghi e puntare sulle diverse inclinazioni del terroir è fondamentale per questi territori.

Il Greco di Tufo di Villa Raiano cresce sulle sponde del fiume Sabato, che è il comune denominatore per tutti i vitigni a bacca bianca della zona. Il suo grappolo, piccolo e compatto, è allevato nei sette ettari dislocati tra Altavilla e Montefusco e le viti affondano le radici in un ottimo terreno, a 500 metri sul livello del mare, di matrice argillosa, ricco di cenere vulcanica, particolarmente fertile per la coltivazione di questo vitigno. La vendemmia avviene nella prima settimana di settembre e viene svolta esclusivamente in maniera manuale. Una volta trasportato in cantina, il grappolo intero subisce una pressatura soffice e una successiva decantazione statica, segue la fermentazione a temperatura controllata e l'affinamento, entrambi svolti in vasche di acciaio inossidabile per un breve periodo, così da non inficiare i sentori primari del varietale.

Le caratteristiche del Greco di Tufo sono ben rispecchiate nell’etichetta di Villa Raiano, a partire dal suo colore giallo paglierino sgargiante. In prima battuta emergono le note di zagare e sambuco e poi la freschezza di anice, mapo e nespole che accompagna un finale più mandorlato, arricchito da sentori di mela cotogna. Il sorso è intenso e sottolinea una potente struttura di una vibrante freschezza ed un finale dalle nette note minerali, donate dal terreno vulcanico. È il tipico esempio di questo vitigno rustico, che troppe volte si è cercato di addomesticare, ma in realtà troppo simile ad un ragazzo ostico, di poche parole, ma di grandi qualità impossibili da omologare. Non ci rimane che accettarlo per apprezzarlo al meglio.

Colore Giallo paglierino lucente

Profumo Note di nespola, erbe mediterranee, fiori bianchi, agrumi e accenti minerali

Gusto Equilibrato e agile, con freschezza tagliente, trama salina e progressione minerale

produttore: Villa Raiano

Vini principali
Fiano di Avellino
Anno fondazione
1996
Ettari vitati
21
Produzione annua
300.000 bt
Enologo
Fortunato Sebastiano
Indirizzo
Via Bosco Satrano, 1 - Loc. Cerreto - 83020 San Michele di Serino (AV)

Perfetto da bere con

  • Zuppa di pesce in bianco Zuppa di pesce in bianco
  • Pasta al pesce in bianco Pasta al pesce in bianco
  • Antipasti caldi di pesce Antipasti caldi di pesce
  • Risotto ai frutti di mare Risotto ai frutti di mare
  • Frittura di pesce Frittura di pesce