Consegna gratuita oltre i 59,90€
Consegna in Italia in 1 - 3 giorni lavorativi | gratuita oltre i 59,90€ | Callmewine è ora Carbon Neutral!

Vini Rossi del Piemonte

Il vasto panorama dei vini rossi piemontesi è un universo imprescindibile per ogni vero wine lover. Le grandi eccellenze che tutta la regione è in grado di offrire hanno una notevole risonanza internazionale e sono conosciute in tutto il mondo. L’uva Nebbiolo è alla base di una storica e gloriosa tradizione che comprende Barolo e Barbaresco nelle Langhe, Roero dall’altra parte del fiume Tanaro, Carema nel Canavese, Lessona, Bramaterra, Gattinara, Ghemme e Boca nelle province settentrionali. Il vitigno più coltivato è però la Barbera, che raggiunge il vertice qualitativo nel Monferrato con la denominazione Nizza. Dolcetto, Grignolino, Ruché, Pelaverga e Vespolina sono altri protagonisti di un panorama tanto vasto e articolato quanto affascinante e ricco di emozioni.

771 Risultati
3 -@@-2-Vitae AIS
16,50 
14,00 
15,90 
17,00 
95 -@@-7-Robert Parker
2 -@@-1-Gambero Rosso
75,00 
92 -@@-5-Veronelli
94 -@@-7-Robert Parker
93 -@@-8-Wine Spectator
2 -@@-1-Gambero Rosso
78,00 
5 -@@-3-Bibenda
3 -@@-2-Vitae AIS
35,00 
2 -@@-1-Gambero Rosso
37,50 
3 -@@-2-Vitae AIS
29,00 
18,40 
94 -@@-7-Robert Parker
2 -@@-1-Gambero Rosso
97 -@@-9-James Suckling
92 -@@-8-Wine Spectator
120,00 
91 -@@-5-Veronelli
2 -@@-1-Gambero Rosso
4 -@@-3-Bibenda
3 -@@-2-Vitae AIS
19,40 
89 -@@-7-Robert Parker
2 -@@-1-Gambero Rosso
94 -@@-9-James Suckling
93 -@@-5-Veronelli
32,00 
2 -@@-6-Slowine
21,50 
2 -@@-1-Gambero Rosso
3 -@@-2-Vitae AIS
4 -@@-3-Bibenda
89 -@@-9-James Suckling
25,40 
4 -@@-2-Vitae AIS
2 -@@-1-Gambero Rosso
2 -@@-6-Slowine
60,00 
90 -@@-8-Wine Spectator
36,50 
2 -@@-1-Gambero Rosso
21,50 
4 -@@-3-Bibenda
3 -@@-2-Vitae AIS
2 -@@-1-Gambero Rosso
89 -@@-5-Veronelli
24,50 
4 -@@-3-Bibenda
88 -@@-5-Veronelli
18,50 
18,50 
2 -@@-1-Gambero Rosso
90 -@@-5-Veronelli
93 -@@-9-James Suckling
4 -@@-3-Bibenda
60,00 
3 -@@-1-Gambero Rosso
92 -@@-5-Veronelli
4 -@@-3-Bibenda
93 -@@-9-James Suckling
52,10 
2 -@@-1-Gambero Rosso
3 -@@-2-Vitae AIS
4 -@@-3-Bibenda
92 -@@-5-Veronelli
16,10 
92 -@@-5-Veronelli
3 -@@-2-Vitae AIS
35,50 
90 -@@-7-Robert Parker
4 -@@-3-Bibenda
87 -@@-5-Veronelli
2 -@@-1-Gambero Rosso
14,30 
4 -@@-3-Bibenda
90 -@@-9-James Suckling
92 -@@-11-Luca Maroni
89 -@@-8-Wine Spectator
55,00 
93 -@@-7-Robert Parker
2 -@@-1-Gambero Rosso
93 -@@-5-Veronelli
93 -@@-9-James Suckling
110,00 
93 -@@-7-Robert Parker
3 -@@-2-Vitae AIS
17,30 
92 -@@-9-James Suckling
18,00 
3 -@@-2-Vitae AIS
28,00 
4 -@@-3-Bibenda
92 -@@-5-Veronelli
3 -@@-2-Vitae AIS
2 -@@-1-Gambero Rosso
28,60 
4 -@@-3-Bibenda
2 -@@-1-Gambero Rosso
88 -@@-8-Wine Spectator
90 -@@-5-Veronelli
85,00 
93 -@@-9-James Suckling
2 -@@-1-Gambero Rosso
89 -@@-8-Wine Spectator
92 -@@-11-Luca Maroni
57,00 
2 -@@-1-Gambero Rosso
94 -@@-7-Robert Parker
93 -@@-8-Wine Spectator
93 -@@-9-James Suckling
48,50 
10,90 
89 -@@-5-Veronelli
3 -@@-2-Vitae AIS
4 -@@-3-Bibenda
16,00 
89 -@@-8-Wine Spectator
22,50 
4 -@@-3-Bibenda
94 -@@-5-Veronelli
4 -@@-2-Vitae AIS
94 -@@-7-Robert Parker
60,80 
22,50 

Il vasto panorama dei vini rossi piemontesi è un universo imprescindibile per ogni vero wine lover. Le grandi eccellenze che tutta la regione è in grado di offrire hanno una notevole risonanza internazionale e sono conosciute in tutto il mondo. L’uva Nebbiolo è alla base di una storica e gloriosa tradizione che comprende Barolo e Barbaresco nelle Langhe, Roero dall’altra parte del fiume Tanaro, Carema nel Canavese, Lessona, Bramaterra, Gattinara, Ghemme e Boca nelle province settentrionali. Il vitigno più coltivato è però la Barbera, che raggiunge il vertice qualitativo nel Monferrato con la denominazione Nizza. Dolcetto, Grignolino, Ruché, Pelaverga e Vespolina sono altri protagonisti di un panorama tanto vasto e articolato quanto affascinante e ricco di emozioni.

Tutte le sfumature del vino rosso piemontese

La regione offre alcuni degli esempi più virtuosi della perfetta sinergia tra vitigno e territorio. L’uva di tipo Nebbiolo, per esempio, da molti considerata come il grande autoctono regionale, assume nomi e caratteristiche diverse a seconda dei vari micro-terroir in cui viene coltivato.

I cloni più celebri danno vita alle DOCG di Barbaresco e Barolo, vere e proprie glorie nazionali. Se la prima denominazione comprende i soli comuni di Barbaresco, Neive, Treiso e parte della frazione di San Rocco, la seconda comprende ben 11 comuni: Barolo, Castiglione Falletto, Serralunga d’Alba, La Morra, Monforte d’Alba, Roddi, Verduno, Cherasco, Diano d’Alba, Novello e Grinzane Cavour. Questi territori costituiscono il cuore delle Langhe: un territorio collinare nella provincia di Cuneo caratterizzato da terreni argillosi e calcarei.

Sempre in provincia di Cuneo, separato dalle Langhe dal fiume Tanaro, si estendono le colline del Roero, caratterizzate da una composizione del suolo più sabbiosa. Qui, dalla stessa uva, nasce l’omonima denominazione, oggi in forte ascesa produttiva.

Al confine con la Val d’Aosta viene prodotto il Carema, frutto di una viticoltura eroica di lunga tradizione che si serve di antichissime pratiche agricole, come quella della topia canavese, una forma di allevamento a pergola della vite, disposta su terrazzamenti e sostenuta da grossi piloni rocciosi. Nasce così un vino rosso piemontese di montagna, caratterizzato da tensione, freschezza, mineralità, carattere ed eleganza.

La parte settentrionale della regione offre eccellenze altrettanto valide e meno conosciute, dotate di una grandissima longevità. In provincia di Biella si produce il Lessona e il Bramaterra. Nella provincia di Vercelli troviamo invece il Gattinara, mentre in quella di Novara il Ghemme e il Boca.

Il Monferrato invece è il regno della Barbera, un vitigno forte e generoso che raggiunge massima potenza e complessità nelle denominazioni di Barbera d’Asti e di Nizza DOCG. Lo stesso vitigno è coltivato con ottimi risultati anche nelle Langhe e nel resto della regione. Molto spesso viene vinificato fermo e secco, più raramente in versione frizzante. La tendenza oggi maggioritaria è quella di valorizzare le sue doti più intense, calde e strutturate.

Il Dolcetto, vitigno autoctono tradizionale, si esprime con successo in diversi territori comunali, andando a costituire differenti denominazioni. Le sue caratteristiche più comuni sono la freschezza, la delicatezza e l’immediatezza di beva.

Nelle Langhe troviamo:

  • Dogliani DOCG
  • Dolcetto di Diano d’Alba DOCG
  • Dolcetto d’Alba DOC

Nel Monferrato:

  • Dolcetto d’Asti DOC
  • Ovada DOCG

Altri vini del Piemonte rossi strettamente territoriali e tradizionali sono: Grignolino del Monferrato Casalese, Ruchè di Castagnole Monferrato, Pelaverga di Verduno, Brachetto d’Acqui e Freisa di Chieri.

Si tratta solo di alcuni dei nomi più celebri e conosciuti dei vini rossi del Piemonte. Il panorama complessivo è infatti quanto mai vasto e diversificato. Basti pensare che sempre più produttori si dedicano anche a vitigni internazionali, come per esempio il Pinot Nero, ma si tratta solo di casi eccezionali e sporadici. La maggior parte dei produttori preferisce rimanere fedele alle più salde tradizioni, basate su quella stretta sinergia tra vitigni e territorio che ha regalato tante soddisfazioni ed emozioni in tutto il mondo.

I migliori accostamenti gastronomici

I grandi vini rossi piemontesi sono presenti sulle più prestigiose tavole di tutto il mondo. La complessità, la ricchezza, la struttura, l’eleganza e le grandi potenzialità di evoluzione di queste espressioni regalano emozioni uniche che possono essere esaltate da alcuni abbinamenti culinari.

Come la gran parte dei rossi, i vini piemontesi a base di Nebbiolo, per esempio, per via della trama tannica solida e piacevolmente astringente, danno il meglio di sé in abbinamento a piatti di carne succulenti e saporiti, ricchi di sugo e intingoli. Tapulòn, brasà e civet sono alcuni esempi di spezzatini, brasati e stracotti. Ottime alternative sono rappresentate da tartufo e formaggi stagionati come il Castelmagno.

Le più comuni espressioni di Barbera risultano invece più versatili sulla tavola quotidiana. Possono accompagnare primi e secondi piatti come: caponet, agnolotti, vitello tonnato, finanziera e fritto misto. La freschezza e la delicatezza del Dolcetto risultano essere il perfetto accompagnamento a tartare di carne, salumi e insaccati, pesciolini e verdure in carpione.

Vuoi conoscere tutte le emozioni e la magia che solo i migliori vini rossi Piemonte possono regalare? Su Callmewine puoi trovare le più grandi bottiglie in vendita al miglior prezzo online. Scopri le caratteristiche, la storia, le schede organolettiche e i consigli di abbinamento dei nostri sommelier e compra le bottiglie più adatte ad ogni occasione.