La Guardiense

Una grande pagina di storia del vino in Campania

La Guardiense è una delle più famose realtà del beneventano. Eccellenza assoluta di questo terroir della Campania del vino, si trova a Guardia Sanframondi, in un territorio vocato alla viticoltura fin dal tempo dei Sanniti e poi degli antichi Romani, che ne fecero un importante areale produttivo. La tradizione della vite si è mantenuta viva nel corso dei secoli è nel ‘900 l’esteso vigneto della Provincia di Benevento produceva in grande quantità. Le uve venivano spesso acquistate dai commercianti del napoletano, che riuscivano a spuntare bassi prezzi e ad ottenere così grandi guadagni. È in quel periodo che cominciarono a nascere le prime cantine cooperative, create da piccoli viticoltori, che si associavano per aumentare il loro potere commerciale e per cominciare a vinificare in comune le uve, sottraendosi così alle spietate logiche di mercato.

La Cooperativa Agricola La Guardiense nasce da questa tradizione ed è stata fondata da 28 contadini, 2 maestri e 3 medici, che decisero di unire le forze consapevoli del valore dei frutti del loro lavoro.  Il territorio del Sannio occupa l’area nord orientale della Campania ed è attraversato dal fiume Calore. La sua estensione è delimitata dai rilievi montuosi del Massiccio del Taburno a sud e dei Monti del Matese a nord, che creano un’imponente cornice, che racchiude un’area collinare che sale dolcemente verso i rilievi montani. Il clima è di tipo continentale e sempre molto ventilato. Alle giornate soleggiate, fanno seguito notti fredde che favoriscono delle maturazioni delle uve con aromi molto intensi. I suoli sono piuttosto eterogenei con un’importante percentuale d’argilla, mista a calcare, sabbie, arenaria e componenti vulcaniche.

Proprio per conoscere meglio le caratteristiche e le peculiarità dei diversi territori, La Guardiense ha intrapreso un accurato lavoro di zonazione, con l’intento di migliorare la qualità delle uve e dei vini. La variabilità dei suoli presenti nella valle Telesina è stata uno stimolo per comprendere meglio la natura dei suoli di ogni vigneto e per migliorare l’interazione tra pianta, portainnesto e sottosuolo. Un lavoro paziente e minuzioso, che ha condotto a una profonda conoscenza delle singole parcelle e a migliorare in modo consistente il livello qualitativo della produzione. Oggi la gamma dei vini della cantina si articola in differenti collezioni e in molte etichette, ciascuna con particolari caratteristiche, che interpretano in modo autentico l’areale di Guardia Sanframondi.

Regione
Anno fondazione
1960
Ettari vitati
1500
Produzione annua
6.000.000 bt
Enologo
Marco Giulioli, Riccardo Cotarella
Indirizzo
Loc. Santa Lucia, 104/105 - 82034 Guardia Sanframondi (BN)

La Guardiense è una delle più famose realtà del beneventano. Eccellenza assoluta di questo terroir della Campania del vino, si trova a Guardia Sanframondi, in un territorio vocato alla viticoltura fin dal tempo dei Sanniti e poi degli antichi Romani, che ne fecero un importante areale produttivo. La tradizione della vite si è mantenuta viva nel corso dei secoli è nel ‘900 l’esteso vigneto della Provincia di Benevento produceva in grande quantità. Le uve venivano spesso acquistate dai commercianti del napoletano, che riuscivano a spuntare bassi prezzi e ad ottenere così grandi guadagni. È in quel periodo che cominciarono a nascere le prime cantine cooperative, create da piccoli viticoltori, che si associavano per aumentare il loro potere commerciale e per cominciare a vinificare in comune le uve, sottraendosi così alle spietate logiche di mercato.

La Cooperativa Agricola La Guardiense nasce da questa tradizione ed è stata fondata da 28 contadini, 2 maestri e 3 medici, che decisero di unire le forze consapevoli del valore dei frutti del loro lavoro.  Il territorio del Sannio occupa l’area nord orientale della Campania ed è attraversato dal fiume Calore. La sua estensione è delimitata dai rilievi montuosi del Massiccio del Taburno a sud e dei Monti del Matese a nord, che creano un’imponente cornice, che racchiude un’area collinare che sale dolcemente verso i rilievi montani. Il clima è di tipo continentale e sempre molto ventilato. Alle giornate soleggiate, fanno seguito notti fredde che favoriscono delle maturazioni delle uve con aromi molto intensi. I suoli sono piuttosto eterogenei con un’importante percentuale d’argilla, mista a calcare, sabbie, arenaria e componenti vulcaniche.

Proprio per conoscere meglio le caratteristiche e le peculiarità dei diversi territori, La Guardiense ha intrapreso un accurato lavoro di zonazione, con l’intento di migliorare la qualità delle uve e dei vini. La variabilità dei suoli presenti nella valle Telesina è stata uno stimolo per comprendere meglio la natura dei suoli di ogni vigneto e per migliorare l’interazione tra pianta, portainnesto e sottosuolo. Un lavoro paziente e minuzioso, che ha condotto a una profonda conoscenza delle singole parcelle e a migliorare in modo consistente il livello qualitativo della produzione. Oggi la gamma dei vini della cantina si articola in differenti collezioni e in molte etichette, ciascuna con particolari caratteristiche, che interpretano in modo autentico l’areale di Guardia Sanframondi.

I vini della cantina La Guardiense