Antinori

I marchesi del vino in Toscana: Antinori, storia e tradizione dal 1385

Antinori è una delle famiglie più importanti e apprezzate in tutto il mondo per la produzione di vini pregiati e di altissima qualità. Per risalire all'origine di questo legame è necessario tornare al 1385, quando Giovanni di Piero Antinori entra a far parte dell'Arte Fiorentina dei Vinattieri. Nel XVI secolo Alessandro Antinori decide di viaggiare tra Francia e Spagna per far conoscere il suo vino oltreconfine. Il successo è assicurato e il vino Antinori spopola anche all’estero. Sono passate ormai 26 generazioni, ma in tutti questi sette secoli il nome Antinori vini ha saputo brillare sempre di più e conquistare il palato di moltissimi amanti del vino. Oggi alle redini della cantina si trova il Marchese Piero, supportato dalle figlie Albiera, Allegra e Alessia. Una storia di successo senza fine.

Marchesi Antinori è sinonimo di storia e tradizione del vino italiano, un vero e proprio pioniere nella valorizzazione del vitigno Sangiovese, divenuto ormai parte integrante della cultura vitivinicola italiana, al cui sviluppo ha collaborato in modo attivo, anno dopo anno. Alle prime tenute in Toscana e in Umbria ne sono succedute altre, a conferma della passione e della lungimiranza di questa famiglia a cui va il merito di aver portato la toscanità dei suoi vini sulla scena enologica internazionale. Grande punto di forza della cantina Antinori è quello di non essersi mai adagiata nonostante il nome guadagnato, ma al contrario, l'aver continuato a sperimentare sia in vigna che in cantina ancora fino ad oggi. Si tratta di un tempio della cultura enologica e non solo, dal momento che al suo interno è presente anche un museo che ospita la collezione d’arte della famiglia. Inoltre la cantina della zona del Chianti, ristrutturata nel 2012 dopo ben 6 anni di lavoro, è tra le più spettacolari tenute d’Italia, un mix di design, lusso ed eleganza che sembra fondersi con la terra circostante. Infatti la cantina fa parte anche del Toscana Wine Architecture, un progetto che unisce le grandi cantine all’arte dei maestri contemporanei. Insomma una cantina che concilia tradizione e innovazione, modernità e passato per un continuo successo futuro.

Il Solaia è certamente uno dei vini italiani più apprezzati nel mondo, simbolo di una costante ricerca della qualità attuata dalla famiglia. Anche il Tignanello è certamente un nome di primissimo piano, senza dimenticare Brunello di Montalcino o il Chianti, tutti di altissimo livello. Tradizione e pregio si intrecciano nel nome che ha saputo diventare leggenda nel corso di molti secoli e che oggi conferma, giorno dopo giorno, le ragioni che si celano dietro ad una storia così importante.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Solaia, Tignanello, Chianti, Brunello di Montalcino
Anno di fondazione
1385
Ettari vitati
1500
Uve di proprietà
90%
Produzione annua
23.000.000 bottiglie
Enologo
Renzo Cotarella
Indirizzo
Via Cassia per Siena, 133 - Località Bargino - San Casciano Val di Pesa (FI)

"Le antiche radici giocano un ruolo importante nella nostra filosofia, ma non hanno mai inibito il nostro spirito innovativo"

Marchese Piero Antinori

I vini della cantina Antinori