Gravner

Il maestro dei vini in anfora: uno dei migliori vignaioli d'Italia

Josko Gravner è considerato il maestro degli orange wine, colui che ha ripreso e valorizzato l’ancestrale utilizzo delle anfore di terracotta e delle lunghissime macerazioni sulle bucce. La cantina è situata nella piccola frazione di Oslavia, all’interno del vocato territorio del Collio Goriziano, dove Josko opera in simbiosi con la natura, guidandola, curandola e anche servendola, rispettando sempre i suoi ritmi e cicli spontanei. In gioventù egli sperimentò l’impiego delle barrique e dell’avanguardia tecnologica, mentre il padre lo osservava sperando che sarebbe tornato sui propri passi. Cosi fu, e Josko decise di abbandonare queste omologanti attrezzature, recuperando quelle tecniche tanto antiche quanto consolidate che l’industria moderna ha cercato di mettere da parte rinunciando alla caratterizzazione del terroir. Oggi la cantina è semplice e funzionale, ricca di anfore di terracotta interrate all’interno delle quali il vino prende forma, evolve e vive.

La tenuta di Gravner si estende su 32 ettari di terreni, di cui poco più di 15 dedicati alla vite, circondata da boschi, prati e stagni popolati da numerose specie di animali. Infatti, il credo di Josko l’ha portato a cercare di ripristinare quell’equilibrio naturale che le coltivazioni intensive e le monocolture hanno distrutto, un equilibrio basato sull’acqua, elemento fondamentale per la vita. In questo contesto di notevole biodiversità, egli segue con particolare attenzione le fasi lunari, consultando il calendario di Maria Thun allo scopo di individuare i periodi più adatti per l’esecuzione di operazioni agronomiche quali la potatura, la semina e il raccolto. I vitigni allevati sono esclusivamente gli autoctoni Ribolla Gialla e Pignolo. Un tempo Gravner coltivava anche Pinot Grigio, Chardonnay, Sauvignon Blanc, Riesling Italico, Merlot e Cabernet Sauvignon ma decise di espiantarli per puntare sulle nobili varietà locali sopracitate. Le fermentazioni hanno luogo esclusivamente in anfore georgiane interrate grazie alla presenza dei soli lieviti indigeni, accompagnate da un prolungatissimo contatto tra il mosto e le bucce che arriva fino a diversi mesi per la Ribolla. Seguono alcuni anni di invecchiamento in grandi botti di rovere di Slavonia e un ulteriore lungo periodo di affinamento in bottiglia prima dell’uscita definitiva.

Nascono così i vini di Gravner, rossi e bianchi macerati dotati di una meravigliosa vitalità ed energia che trascendono i concetti di purezza e ancestralità.

Altre informazioni

Anno fondazione
1901
Ettari vitati
16
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
38.000 bt
Enologo
Francesco Josko Gravner
Indirizzo
Località Lenzuolo Bianco, 9 - Frazione Oslavia - 34070 Gorizia (GO)

"Il vino di Josko Gravner rappresenta un'essenzialità intrisa di storia, cultura, lungimiranza, emozione e convivialità: è opportuno approcciarsi a lui in maniera libera e sincera, com'è la persona che lo fa."

Guida Slowine 2022

I vini della cantina Gravner