Consegna gratuita oltre i 59,90€
Consegna in Italia in 1 - 3 giorni lavorativi | gratuita oltre i 59,90€ | Callmewine è ora Carbon Neutral!

Rum

Il Rum è un distillato di canna simbolo dei Caraibi e anima delle isole subtropicali, nato con la scoperta dell’America e tradizionalmente consumato da schiavi, pirati e marinai. Oggi si contano tantissime varietà di rum, classificate in stili a seconda dell'isola di produzione e della sua storia coloniale: francese, inglese, spagnolo. Prodotto da canna da zucchero, il distillato assume caratteri diversi a seconda che venga utilizzata la melassa degli zuccherifici o il puro succo di canna. Se i rum latini, chiamati ‘ron’ in spagnolo, sono derivati da melassa e si distinguono per dolcezza e leggerezza, i rum di stile inglese sono più speziati e saporiti, mentre i rum di stile francese, di norma molto intensi, sono chiamati ‘agricoli’, perché distillati di puro succo fresco. I rum bianchi sono utilizzati nella preparazione di long drink e cocktail tropicali, quelli invecchiati invece esprimono tutta la loro ricchezza aromatica se degustati lisci, accompagnati da frutta secca, cioccolato o, eventualmente, da un buon sigaro. Su Callmewine trovi i Rum più pregiati in vendita online a prezzi scontati delle distillerie di grande prestigio come quelli di Zacapa e Diplomatico

120 Risultati
49,50 
37,00 
38,90 
94 -@@-10-Wine Enthusiast
41,90 
34,50 
94 -@@-10-Wine Enthusiast
53,50 
27,50 
43,90 
38,50 
44,90 
25,50 
44,80 
58,00 

Il Rum è un distillato di canna simbolo dei Caraibi e anima delle isole subtropicali, nato con la scoperta dell’America e tradizionalmente consumato da schiavi, pirati e marinai. Oggi si contano tantissime varietà di rum, classificate in stili a seconda dell'isola di produzione e della sua storia coloniale: francese, inglese, spagnolo. Prodotto da canna da zucchero, il distillato assume caratteri diversi a seconda che venga utilizzata la melassa degli zuccherifici o il puro succo di canna. Se i rum latini, chiamati ‘ron’ in spagnolo, sono derivati da melassa e si distinguono per dolcezza e leggerezza, i rum di stile inglese sono più speziati e saporiti, mentre i rum di stile francese, di norma molto intensi, sono chiamati ‘agricoli’, perché distillati di puro succo fresco. I rum bianchi sono utilizzati nella preparazione di long drink e cocktail tropicali, quelli invecchiati invece esprimono tutta la loro ricchezza aromatica se degustati lisci, accompagnati da frutta secca, cioccolato o, eventualmente, da un buon sigaro. Su Callmewine trovi i Rum più pregiati in vendita online a prezzi scontati delle distillerie di grande prestigio come quelli di Zacapa e Diplomatico

La Storia del Rum e le origini

Le notizie sull’origine del rum sono controverse e in parte misteriose: oggi la paternità del distillato è contesa tra Francesi, Inglesi e Spagnoli. Nonostante la canna da zucchero sia coltivata e diffusa in tutta la fascia tropicale e si abbiano antiche testimonianze di un distillato prodotto in Asia da succo di canna da zucchero, il rum come lo conosciamo oggi nacque grazie ai coloni europei che, importando gli alambicchi e le tecniche di distillazione nel Nuovo Mondo, cominciarono a sfruttare il grande patrimonio di piantagioni di canna da zucchero delle isole dei Caraibi. La canna da zucchero non è però una pianta autoctona americana e la sua fortuna nelle isole del Centro America si deve alla fortunata iniziativa di Cristoforo Colombo che, in uno dei suoi viaggi, prelevò alcune piante dalla Azzorre e le portò nelle nuove colonie.

Gli Spagnoli ricordano la figura leggendaria di un frate che avrebbe prodotto i primi distillati sull’isola di Cuba mentre gli Inglesi vantano la fondazione della prima distilleria dei Caraibi a Barbados nel 1703, attiva ancora oggi, chiamata Mount Gay. Proprio in quegli anni, verso la fine del XVII secolo, un frate francese giunto in Martinica, chiamato Jean Baptiste Labat, inaugurò una piccola produzione di distillati di succo di canna di zucchero con alambicco charentais.

Le ipotesi sull’origine della parola “rum” non aiutano a fare chiarezza sulla sua data di nascita e non risolve dubbi sulla sua paternità: secondo alcuni deriverebbe dall’inglese ‘rumble’, cioè gorgogliare, oppure dallo spagnolo ‘rumbullon’, che significa ‘trambusto’, per indicare la fermentazione tumultuosa della materia prima; secondo altri invece deriverebbe dal nome scientifico della canna da zucchero utilizzato dai monaci, cioè Saccharum officinarum.

In breve tempo, a partire dal XVII secolo, la fama del rum si diffuse anche nelle colonie dell’America Settentrionale e si diffusero distillerie che facevano uso delle materie prime provenienti dai Caraibi. Si istituì allora una forte rete commerciale basata sullo zucchero e sugli schiavi da sfruttare nelle piantagioni tra America Centrale, Settentrionale e Africa. Con la conquista della Giamaica da parte della Marina reale britannica ebbe origine l’inscindibile e leggendario connubio tra rum e marinai. Basti pensare come la pratica di concedere ai marinai inglesi una razione quotidiana di rum, chiamata ‘tot’, venne abolita solamente nel 1970. L’avventuroso immaginario incentrato sulle storie di pirati e marinai uniti dalla comune passione per il rum venne alimentata dai romanzi di Robert Louis Stevenson e da episodi divenuti leggendari, come quello che riguarda la morte dell’ammiraglio Horatio Nelson, ucciso nella Battaglia di Trafalgar, il cui corpo fu portato in Inghilterra all’interno di una botte piena di rum per permetterne la conservazione, salvo scoprire poi, una volta giunta a destinazione, che i marinai avevano praticato un foro nella botte e bevuto, durante il viaggio, tutto il rum con il “sangue di Nelson”.

Fino al XIX secolo il rum era un distillato di qualità molto bassa, apprezzato solo da schiavi, pirati e marinai, mentre i coloni continuavano a prediligere i più raffinati distillati di origine europea. Il grande contributo al miglioramento dal processo produttivo del rum fu merito dell’imprenditore catalano Facundo Bacardi Massò che, su invito della Commissione reale di Sviluppo spagnola, fondò la Bacardi y Compania nel 1862 e riuscì a produrre distillati leggeri e gradevoli introducendo nuove tecniche: il filtraggio con carbone vegetale, la coltivazione di diversi ceppi di lieviti e la maturazione del distillato in botti di rovere americano.

Il successo del rum crebbe nel corso di tutto il ‘900 grazie al continuo miglioramento qualitativo del distillato, al turismo di massa nelle isole caraibiche e a testimonial d’eccezione come Ernest Hemingway, che immortalò nei suoi romanzi i cocktail bevuti durante la sua permanenza a Cuba negli anni ’50. Oggi il rum ha raggiunto lo statuto di distillato nobile e prestigioso, alla stregua di whisky e cognac, grazie all’interesse e al contributo di importanti mastri distillatori che hanno offerto distillati sublimi di alta qualità.

 

Rum, Ron e Rhum: I differenti stili del distillato

Il rum è un distillato che può assumere caratteristiche molto diverse a seconda del tipo di materia prima utilizzata, del processo di produzione scelto, delle tradizioni proprie del luogo di produzione e dell’eventuale invecchiamento.

La distinzione più semplice è quella tra rum bianco, cioè commercializzato senza essere stato invecchiato in legno, e rum invecchiato che, a seconda del periodo di maturazione, può assumere appellativi differenti come: amber, golden, anejo, vieux, trés vieux e altri. Possono esistere però anche rum bianchi invecchiati in legno, il cui colore trasparente è dovuto alla filtrazione del distillato ambrato con carbone attivo, in grado di eliminare i pigmentidi colore. Riguardo ai rum invecchiati è rilevante notare come l’invecchiamento in un clima tropicale favorisca e incrementi la cessione di sostanze tra il legno e il rum, per questo si dice che un anno di invecchiamento nei Caraibi corrisponda a diversi anni di invecchiamento in Europa.

Una distinzione fondamentale dipende dal tipo di materia prima utilizzata, che può essere composta da melassa, ottenuta delle lavorazioni degli zuccherifici e fatta fermentare grazie all’aggiunta di acqua e lieviti selezionati, oppure da puro succo di canna da zucchero, chiamato vesou, ottenuto dalla pressatura e sfibratura della canna e fermentato, in molti casi, con lieviti indigeni.

Rum in stile francese

A seconda delle tradizioni e della storia coloniale dei diversi luoghi di produzioni il rum può assumere diversi stili. Nelle isole caraibiche francesi, come per esempio Martinica, Marie Galante, Réunion o Guadalupa, vengono prodotti rum in stile francese chiamati ‘rhum agricole’ perché ottenuti da puro succo di canna da zucchero con alambicchi discontinui di tipo charentais. Si tratta di distillati rari e prestigiosi, dotati di grande corpo e complessità, spesso secchi e potenti, con ottima predisposizione per lunghi invecchiamenti in legno.

Rum stile inglese

Nelle isole caraibiche dalla storia coloniale britannica, come per esempio la Guyana, la Giamaica, Trinidad & Tobago e Barbados, vengono prodotti rum in stile inglese a partire da melassa di canna di canna da zucchero, attraverso un processo di distillazione discontinuo oppure a colonna. Si ottengono così distillati di alto livello dal gusto setoso e più delicato rispetto a quello dei rum agricoli e che hanno consacrato i territori di Barbados, Trinidad e quello della Guyana Britannica, lungo il il corso del fiume Demerara, tra i migliori luoghi di produzione del rum.

Ron o Rum spagnolo

Nei Caraibi di colonizzazione spagnola si producono rum in stile spagnolo chiamati ‘ron’, prodotti da melassa di canna da zucchero distillata con alambicchi continui a piatti. Si tratta dei più diffusi e apprezzati nel mondo per la loro personalità dolce, calda, morbida e avvolgente.

Se i rum bianchi o i rum invecchiati più dolci e leggeri sono spesso utilizzati per la creazione di cocktail esotici come il Mojito, il Cuba Libre o il Daiquiri, i migliori rum invecchiati devono essere degustati lisci, eventualmente accompagnati da sigari, frutta secca o cioccolato.

I Migliori Rum in vendita online su Callmewine

Callmewine offre i migliori Rum in vendita online a prezzi competitivi e unici. Tra l’ampia selezione di distillati presenti sul catalogo, scopri i prezzi dei Rum che soddisfano le tue esigenze. Si passa da Rum costosi, dedicati a collezionisti e intenditori, a Rum più economici, ottimi anche da miscelazione. Da etichette famose, come il Rum Milionario o il Rum Pampero, a bottiglie più ricercate, come il Rum Caroni. Per chi ama i Rum Cubani da accompagnare ad un buon sigaro, Callmewine ha una selezione dedicata anche per questi, così come per chi ricerca i migliori Rum del Venezuela. Ce n’è per tutti, scoprili ora su Callmewine!