Roederer

Grande Champagne dal 1776: il segreto di una delle Maison più prestigiose

Il 1776 è anno storico sotto molti punti di vista: mentre a Philadelphia nascevano gli Stati Uniti d'America, a Reims Louis Roederer fondava la sua Maison. La Maison Roedere crebbe negli anni e affrontò con slancio anche i periodi bui delle grandi guerre mondiali, riuscendo sempre a distinguersi per i suoi inimitabili champagne. Dopo due secoli e mezzo continua a produrre magnifici champagne sotto la guida della stessa famiglia, distinguendosi fieramente come una delle ultime grandi maison rimaste a gestione familiare indipendente.

I vigneti di proprietà della famiglia Roedere si estendono per 240 ettari nella Vallée de la Marne e comprendono esclusivamente Grands e Premiers Crus, per un totale di 410 appezzamenti. Con la coscienza che un grande champagne possa nascere solo dalla terra e da una cura scrupolosa dei vigneti, la Maison è sempre più in linea coi principi dell'agricoltura biodinamiva e dallo studio delle biodiversità, preservando l'originalità di ogni appezzamento. Assemblaggi molto equilibrati in cantina e lunghi tempi di riposo e maturazione sono gli altri due ingredienti su cui si fonda l'eccellenza degli champagne Roederer.

La Maison Louis Roederer è inoltre universalmente nota per aver creato il Cristal, una bottiglia di vetro trasparente a fondo piatto che contiene la cuvée creata appositamente per lo Zar Alessandro II. Da allora questo vino è simbolo di lusso ed eleganza.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Champagne
Anno di fondazione
1776
Ettari vitati
215.0
Produzione annua
3200000 bottiglie
Indirizzo
21 Bd. Lundy, 51053 - Reims (Marna)
Gli champagne di Roederer