Black Tot

Lo storico Rum della Royal Navy

La storia del Rum Black Tot è strettamente connessa con la colonizzazione inglese dei Caraibi. All’inizio del 1600, le flotte inglesi solcavano l’Atlantico per raggiungere le Americhe. Durante i lunghi viaggi al clima caldo dei tropici, il vino non si conservava e anche l’acqua nei barili imputridiva. Le uniche bevande che resistevano bene erano i distillati o i vini fortificati con acquavite. La coltivazione della canna da zucchero, introdotta nell’area caraibica dei primi colonizzatori spagnoli, consentiva di avere a diposizione del succo di canna o della melassa per la produzione di Rum, un distillato che ben presto divenne molto popolare tra i marinai, i corsari e i pirati del mar dei Caraibi con il nome di Killer-Devil, per il suo carattere ruvido e potente.

Dopo la vittoria del 1655 contro gli spagnoli per il dominio sulla Giamaica, i marinai della flotta inglese vennero premiati con del Rum e dal quel momento l’abitudine di bere Rum si diffuse rapidamente tra gli equipaggi. Nel 1731 la Royal Navy decise di distribuire ai marinai una razione di Rum giornaliera, detta gergalmente un “tot di Rum” L’approvvigionamento era fatto acquistando barili di distillati nelle varie isole caraibiche e mescolando i vari Rum prima di distribuire ai membri degli equipaggi mezza pinta overproof. Nel 1740, l'ammiraglio Edward Vernon decise di riservare la razione di Rum puro solo agli ufficiali e di distribuire ai marinari un Rum allungato con 4 parti di acqua, distribuito in due momenti, a mezzogiorno e alla fine della giornata. La bevanda prese il nome di Grog, dal soprannome dell’ammiraglio, Old Grog, nato per la sua abitudine d’indossare un cappotto Grogham. La distribuzione di Rum ai marinai inglesi è stata abolita solo il 31 luglio 1970, data passata alla storia come Black Tot Day.

È nata da questa consuetudine l’idea di produrre un Rum Black Tot Finest Caribbean, ispirato a quest’antica tradizione. La ricetta del distillato distribuito ai marinai è stata ricreata, cercando di rimanere fedeli all’originale, ma adeguandola al gusto contemporaneo. Come da tradizione, la base è costituita dal Rum della Guyana, a cui si aggiunge quello delle Barbados per dare le dolci note di frutta tropicale e il distillato della Giamaica per donare ricchezza e complessità. Per arrivare al blend definitivo ci sono voluti diversi anni, durante i quali sono stati provati ben 26 assemblaggi. Oggi il Rum Black Tot è l’espressione della migliore cultura della distillazione dei Caraibi e propone etichette di grande pregio, ricche di fascino e storia.

Informazioni

Regione
Distillati principali
Rum
Indirizzo
Jamaica
I Rum Black Tot