Giorgio Clai

L'artigianalità del vino arriva anche in Croazia con vitigni autoctoni e fermentazioni spontanee

Giorgio Clai ha dedicato gran parte della sua vita al mondo della ristorazione, fino a quando nel 2001 decide di abbandonare tutto per seguire la sua grande passione: dedicarsi alla coltivazione delle viti e alla produzione di vino. Fonda la sua Azienda a Krasica, nelle vicinanze di Buje, nell'Istria Bianca. I terreni dei vigneti, di marne argilloso-arenarie, godono di un microclima particolarmente favorevole alla coltivazione della vite dovuto all'incontro della corrente montana proveniente dall'Ucka con quella marina, che risale il fiume Quieto.

La coltivazione dei vigneti, che hanno un'estensione di circa 6 ettari, si ispira ai principi della biodinamica e i trattamenti sono ridotti al minimo: si usano esclusivamente rame e zolfo e sono banditi tutti i prodotti di sintesi.

Anche in cantina si effettuano trattamenti del tutto naturali: le uve vengono vinificate con metodi assolutamente tradizionali con macerazione sulle bucce senza aggiunta di enzimi e lieviti selezionati, a cui segue la maturazione in grandi botti di legno. Giorgio Clai infatti si propone come obbiettivo di ritornare al passato, quando il vino si faceva in vigna e non in cantina, perché asserisce «soltanto con il rispetto per la natura in vigna e la pazienza in cantina si può ottenere un vino che sia figlio della terra in cui nasce».

I suoi meravigliosi vini Ottocento Bianco e Ottocento Rosso hanno anche ottenuto la certificazione biodinamica Triple A.

Informazioni

Regione
Vini principali
Malvasia, Terrano, Sauvignon, Cabernet
Ettari vitati
6
Enologo
Giorgio Clai
Indirizzo
Brajki 104, Krasica, Buje
I vini di Giorgio Clai