Ampeleia

L’anima calda e mediterranea della Maremma

Ampeleia significa ‘vite’, dal greco antico ‘ampelos’, ed è il nome dato dalla vignaiola trentina Elisabetta Foradori e da Giovanni Pondini a un ambizioso progetto vitivinicolo nato nei primi anni 2000: creare vini che esprimano le potenzialità del territorio ma anche quella della vite, definita come “madre nobile dell’uva”.

I vigneti della cantina Ampeleia si articolano su 3 differenti livelli di altitudine per un totale di 40 ettari vitati complessivi tra i 200 e i 600 m sopra il livello del mare: Ampeleia di sopra, Ampeleia di mezzo e Ampeleia di sotto. Il territorio è quello di Roccardenghi, nel cuore della Maremma, sulle pendici delle alte Colline Metallifere grossetane, tra boschi di castagni, campi di grano e distese vallive, la molteplicità e l’eterogeneità del territorio permettono a Elisabetta e Giovanni di lavorare sulla biodiversità, ricercando le sfumature più singolari e preziose del terroir. I vigneti sono coltivati con grande saggezza e sensibilità, senza uso di pesticidi chimici e diserbanti, e sono ora in corso di conversione biodinamica.

I vini della cantina Ampeleia sono il risultato di una profonda conoscenza delle vigne: il punto di arrivo di un percorsa di conoscenza e valorizzazione del terroir maremmano. Nascono da vitigni a bacca rossa dalla personalità calda e mediterranea: Alicante, Carignano, Cabernet Franc. Si tratta di vitigni non autoctoni che, grazie all’intuizione e al lavoro di Elisabetta e Giovanni, hanno trovato in Maremma il loro terroir ideale. I vini di Ampelaia si presentano così come piccoli capolavori: la sintesi perfetta tra l’espressività degli aromi varietali e le migliori caratteristiche del territorio. 

Informazioni

Regione:
Vini principali
Alicante, Cabernet Franc, blend di vitigni autoctoni
Anno di fondazione
2002
Ettari vitati
35
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
135.000 bt
Enologo
Marco Tait
Indirizzo
Località Meleta - 58036 Roccatederighi (GR)

 

 

"Elisabetta non mi ha mai imposto la biodinamica, ha lasciato che ci arrivassi da solo attraverso un percorso di maturazione personale"

Giovanni Pondini
I vini di Ampeleia