Balia di Zola

Una delle più belle sorprese nel panorama vitivinicolo dell’Emilia Romagna.

Balia di Zola è stata acquistata nel 2003 da Veruska Eluci che ne ha fatto negli anni davvero un piccolo gioiello, ristrutturando la bella casa colonica, dove è stata ricavata anche la cantina, e rinnovando quasi completamente le vigne.

Da quando poi Claudio Fiore ha lasciato Castelluccio per affiancare la moglie Veruska alla guida di questa piccola realtà di Casale di Modigliana, i Sangiovese di Balia di Zola ne hanno guadagnato sul piano della densità e della forma, senza tuttavia perdere un grammo di quella vena succosa che fin dagli esordi ne aveva contraddistinto il carattere.

La filosofia di Balia di Zola è sicuramente improntata a fare grandi vini su questo bellissimo scorcio di Romagna,. A contribuire al carattere, all’eleganza, alla struttura e all’intensità dei vini sono anche le caratteristiche pedoclimatiche dei vigneti di proprietà: l’esposizione a sud, sud-ovest e la presenza di un suolo a tessitura equilibrata con scheletro marnoso-arenaceo e moderatamente ben dotato in calcare sono importantissimi per definire il carattere dei vini.

Elementi che uniti alla passione di Veruska e Claudio hanno portato Balia di Zola a diventare una belle più belle sorprese nel panorama vitivinicolo dell’Emilia Romagna.

Informazioni

Vini principali
Sangiovese di Romagna
Anno fondazione
1999
Ettari vitati
65
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
25.000 bt
Enologo
Claudio Fiore
Indirizzo
Via Casale, 11 - Modigliana (Forlì-Cesena)
I vini di Balia di Zola