Brancaia

Amore e passione per il Chianti e la Maremma, i cuori pulsanti della Toscana

Brancaia è il nome di un’importate realtà vinicola toscana che può vantare di un patrimonio di 80 ettari di vigneti situati nel Chianti Classico e in Maremma. La cantina nacque nel 1981, quando gli svizzeri Brigitte e Bruno Widmer acquistarono un podere in stato di abbandono a Castellina in Chianti e lo trasformarono in una moderna e importante cantina.

La cantina Brancaia è oggi guidata guidata dalla figlia Barbara Widmer, enologa, responsabile dei vigneti e di tutta la produzione, coadiuvata dall’enologo Carlo Ferrini. Le vaste proprietà della cantina si articolano attorno a tre poli: quello originario di Brancaia a Castellina in Chianti, quello di Poppo a Radda in Chianti e quello della Maremma, tra il mare e Grosseto. Si tratta di tre aree geografiche molto eterogenee, da cui la famiglia Widmer è sempre riuscita a produrre vini autentici e territoriali, puntando sull’innovazione e sulla qualità.

I vini di Brancaia sono oggi considerati come grandi espressioni enologiche della Toscana. Dalla passione di Barbara e dei suoi genitori sono infatti nati vini prestigiosi e pregiati, come il Blu Brancaia, il vino di punta della cantina, in grado di riassumere al meglio le grandi peculiarità della Toscana, oppure l’Ilatraia, nato nel terroir espressivo e selvaggio della Maremma. 

Informazioni

Regione
Vini principali
Chianti Classico, Supertuscan
Anno fondazione
1981
Ettari vitati
25
Uve di proprietà
90%
Produzione annua
500.000 bt
Enologo
Barbara Widmer, Carlo Ferrini
Indirizzo
Località Poppi 42, 53017 - Radda in Chianti (SI)
I vini di Brancaia