Chateau Montrose

Storia e tradizione dei grandi vini del Médoc

Château Montrose si trova a Saint-Estèphe, nella parte settentrionale del territorio del Médoc. Si tratta di una realtà storica di Bordeaux, che da oltre due secoli produce grandi vini. Nel 1815, Etienne Théodore Dumoulin intuisce che alcuni terreni di proprietà di famiglia possiedono una straordinaria vocazione per la viticoltura. Comincia a piantare i primi vigneti e a costruire il primo nucleo della cantina. Nel 1855 il domaine viene classificato Grand Cru, a conferma del grande valore raggiunto dai vini di Château Montrose. La storia della tenuta è proseguita nel corso dei successivi decenni sempre nel segno dell’eccellenza. Dopo aver attraversato il difficile periodo dei due conflitti mondiali, Château Montrose è entrato a far parte del patrimonio dalla famiglia Charmolüe, che dal 1960 ha cominciato a rinnovare gli impianti e a modernizzare le attrezzature di cantina, posizionando il domaine tra i migliori Grands Crus Classés del Médoc.

La proprietà si estende su 95 ettari, situati nel territorio comunale di Saint-Estèphe, pochi chilometri a nord di Pauillac. Il domaine è costituito da un unico appezzamento, che si trova attorno allo storico Château. Una particolarità che consente di poter monitorare facilmente le vigne e che facilita le operazioni di vendemmia. Il territorio è composto da terrazze di natura alluvionale, che si affacciano sull’estuario della Gironda. I suoli sono drenanti, composti da uno strato superficiale di ciottoli e sabbie, che insiste su un substrato di argille, in grado di fornire una naturale riserva d’acqua durante i periodi di siccità. Il clima è influenzato dalla presenza del grande estuario e dalla vicinanza dell’Oceano Atlantico, che tendono a mitigare le temperature, scongiurando il pericolo di gelate primaverili e il calore eccessivo dell’estate.

Grazie a queste condizioni favorevoli, Château Montrose può contare su uve di eccezionale qualità, che arrivano ogni anno a perfetta maturazione. Secondo le tradizioni dell’area del Médoc, il vigneto è piantato per un 60% con Cabernet Sauvignon, per un 32% con Merlot, per un 6% con Cabernet Franc e con un 2% di Petit Verdot. Ogni vitigno è coltivato nel luogo più adatto per esaltarne le qualità, con l’altissima densità di 9.000 ceppi per ettaro. La presenza di diverse uve, con caratteristiche diverse e complementari, consente di produrre vini armoniosi e complessi. Ogni parcella viene vinificata separatamente, in modo d’avere a disposizione una vasta gamma di vini al momento dell’assemblaggio. L’affinamento si svolge in barrique di rovere francese.

Altre informazioni

Anno fondazione
1815
Indirizzo
3 Grand Vignolles - 33180 - Saint-Estèphe (Francia)
I vini della cantina Chateau Montrose