Ezio Cerruti

Uno sguardo autentico e artigianale su una delle varietà più storiche del Monferrato: il Moscato

Ezio Cerruti è davvero un vigneron fuori dal comune. Contadino per scelta, dopo aver terminato gli studi in tutt’altro campo, decide di dedicarsi a tempo pieno alle vigne, che sono la sua vera passione. Dal 2001 ha cominciato a vinificare uve per farne un passito, la sua interpretazione preferita di Moscato, lontana da qualsiasi forma di tecnologia. Ezio ama ripetere a chiunque glielo chieda che lui fa il vino solo incidentalmente: lui è un “contadino”.

L’economia della cantina, infatti, è basata in gran parte sulle vendita delle uve; questo permette una grande libertà in vigna e consente di utilizzare solo la parte migliore per i propri vini. I terreni sono parcellizzati, tutti nel comune di Castiglione Tinella, il più vitato d’Italia secondo recenti statistiche basate sul rapporto superficie-ettari. Il suolo è perlopiù composto da marne argillose e siamo a 400 metri di altitudine.

Prima che l’uva arrivi a piena maturazione viene reciso il tralcio e si procede all’appassimento. Dopo un’accurata selezione i grappoli vengono pigiati e il vino fermenta in barrique usate, di almeno 3 anni.

L’idea enologica di Ezio si basa principalmente sul non intervento, quindi vengono fatti pochi travasi, si utilizza poca solforosa e le chiarifiche avvengono per decantazione. In questa cantina sono la vigna e un uomo che si fa interprete di un vino anomalo e splendido a parlare, di altro non c’è bisogno.

Informazioni

Regione
Vini principali
Moscato, Passito, Rifermentato in Bottiglia
Anno fondazione
2001
Ettari vitati
7
Produzione annua
23.000 bt
Enologo
Ezio Cerruti
Indirizzo
Via Balbi, 8 - Castiglione Tinella (CN)
I vini di Ezio Cerruti