Jacopo Biondi Santi - Castello di Montepò

Il mito di un grande nome del vino italiano e di un antico castello della Maremma

Jacopo Biondi Santi è l’erede e il continuatore di uno dei nomi più illustri del vino italiano. È infatti il figlio di Franco, il gentiluomo del Brunello, colui che ha fatto della Tenuto il Greppo a Montalcino un grande punto di riferimento internazionale. Oggi, accanto alla celebre tenuta ilcinese, Jacopo gestisce anche i vasti podere dello storico Castello di Montepò, a sud di Grosseto, nel cuore della Maremma. Si tratta di una sfida soggettiva e personale cominciata nel 1991 e da cui nascono interpretazioni territoriali lineari e immediatamente comprensibili, rappresentanti di uno stile internazionale e moderno. Da una parte convive quindi in Jacopo la consapevolezza di far parte di una delle famiglie più storiche legate al mondo del vino in Italia, dall’altra prende il volo una personalità intraprendente, che vuole esprimere la propria visione futura aldilà di un passato gloriosissimo, mettendo in gioco le proprie spiccate abilità imprenditoriali.

La cantina del Castello di Montepò di Jacopo Biondi Santi ha un’estensione davvero notevole che sfiora i 220 ettari vitati.  I vigneti si snodano su una fascia collinare e pedocollinare, che parte da nord e da est per dirigersi verso la pianura di Albinia e in direzione del litorale tirrenico. Ogni parcella ha ovviamente diverse esposizioni e altitudini, che possono raggiungere anche i 500 metri. Il microclima è, in generale, ventilato e asciutto, con escursioni termiche importanti fra il giorno e la notte, ideali per favorire una viticoltura di qualità. I sottosuoli presentano una notevole ricchezza minerale, caratterizzata da una forte presenza di scisti. Tra i filari si coltivano Merlot, Cabernet Sauvignon e, ovviamente, il Sangiovese, vitigno che ha fatto la fortuna della famiglia. Tra i filari ogni operazione viene seguita e monitorata con grande attenzione dal team della cantina, così come accade anche in ogni fase della vinificazione e dell’affinamento.

La cantina Jacopo Biondi Santi è una realtà che, ogni anno, dà origine a diversi rossi di altissimo livello, frutto delle alte potenzialità vitivinicole del territorio maremmano. Il Castello di Montepò rappresenta una delle testimonianze storiche più antiche ed importanti del territorio, conosciuto anche dal romanziere Graham Greene, e le etichette prodotte conservano questo fascino inconfondibilmente toscano. Tra le diverse bottiglie, il “Sassoalloro” interpreta elegantemente il Sangiovese, regalando un sorso corposo e signorile al contempo.

Informazioni

Regione
Vini principali
Morellino di Scansano e Supertuscan
Anno fondazione
1991
Ettari vitati
50
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
300.000 bt
Enologo
Jacopo Biondi Santi
Indirizzo
Str. Montepò - 58054 Scansano (GR)
I vini di Jacopo Biondi Santi