Jean-Louis et Eric Kamm

Anarchia in Alsazia: oltre i pregiudizi gustativi, dritti all'integrità del sorso

Con Jean-Louis et Eric Kamm si atterra in Alsazia, a Dambach-la-Ville, a 20 chilometri a nord di Colmar. Un affaire famigliare di piccole e artigiane dimensioni - sette ettari di proprietà suddivisi in differenti e porzionate parcelle - che si è tramandata di padre in figlio e di figlio in nipote. Una storia che si ripete: i genitori già lavoravano in biologico, senza usare diserbanti né prodotti di sintesi, nel pieno rispetto dell’ambiente e dell’ecosistema. La generazione attuale prende in mano questo pacchetto, già ben avviato, e osa: si lavora in assenza di solforosa e ci si dimentica delle filtrazioni, si scavalcano le convenzioni con azzardo e si trafiggono i cuori di quei bevitori coraggiosi, privi di alcun tipo di pregiudizio gustativo.

I vini di Jean-Louis et Eric Kamm ti colpiscono già al primo assaggio, per spinta acida e accesa mineralità e il loro profilo così fascinoso e territoriale, resta scolpito nella mente, a lungo. Rispetto alla classica composizione calcarea dei suoli in Alsazia, qui a Dambach-la-Ville i terreni sono ricchi di granito con altitudini mediamente più alte rispetto alla media, che toccano i 500 metri sul livello del mare in alcuni punti. Nel calice non si ricerca la potenza né tanto meno la morbidezza: al contrario questi vini sono più che mai dritti, verticali, scattanti e indimenticabilmente minerali. Sono interpretazioni forse lontane dagli standard dell’Alsazia che siamo più abituati ad apprezzare, sono il ritratto del legame che la famiglia Kamm ha stretto da tempo con quel lembo di terra e che cerca di tenere vivo, fuggendo le tendenze modaiole e abbracciando solo l’integrità del sapore. In vigna si resta fedeli alle varietà più radicate nella regione, con Pinot Grigio, Riesling, Auxerrois, Moscato, Gewurztraminer e Pinot Nero in pole position. In cantina le fermentazioni alcoliche sono attivate con il solo utilizzo di lieviti naturalmente presenti sulla buccia degli acini, senza nessun controllo della temperatura, in contenitori di acciaio inox o in vasche di cemento.

Jean-Louis et Eric Kamm con i loro vini continuano a celebrare la vocazione naturale della terra alsaziana, con ingredienti semplici e sempre riconoscibili: spalla acida, spinta minerale, tipicità varietale e un pizzico di anarchia!

Informazioni

Regione:
Vini principali
Auxerrois, Riesling, Pinot Grigio, Pinot Nero, Crémant d'Alsace
Anno fondazione
2005
Ettari vitati
7
Uve di proprietà
100%
Indirizzo
Rue du Maréchal Foch 59 - 67650 Dambach-la-ville, Francia
I vini di Jean-Louis et Eric Kamm