Giovanni Almondo

Una cantina capace di catturare i caratteri distintivi del Roero

Domenico Almondo, dopo la laurea in Scienze Agrarie, inizia la sua carriera di produttore nel 1980, dapprima con i vigneti del papà Giovanni, poi aumentando via via la superficie vitata negli anni Novanta, fino ad arrivare agli attuali 15 ettari di proprietà.

L’idea che fin dal principio ha fatto muovere i primi passi a Domenico è stata quella di produrre vini capaci di riflettere appieno i caratteri del Roero, il suo terror e i suoi valori, nel costante riguardo per la tradizione vitivinicola familiare. La famiglia Almondo oggi cura i 15 ettari di vigne a Montà con attenzione e dedizione: minimi gli interventi chimici, sempre inerbimento e diserbo manuale.

Tutti questi accorgimenti hanno fatto si che la cantina diventasse un punto di riferimento nel panorama vitivinicolo del Roero: il suo Arneis “Bricco delle Ciliegie” è davvero di gran livello. Merito di Domenico, che ha intuito le potenzialità di alcune uve e del terroir di Roero, incredibilmente perfetto per la maturazione dell’uva.

Quello che ci ha colpito della cantina Giovanni Almondo è sicuramente il desiderio di produrre etichette uniche e di qualità, che rappresentino appieno il territorio di Montà; anche per questo non si può non menzionare il Brachetto “Fosso della Rosa”, un vino dolce e mai stucchevole, dotato di vigore ed eleganza.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Roero Rosso, Arneis, Brachetto
Anno di fondazione
1978
Ettari vitati
16
Produzione annua
85.000 bt
Enologo
Domenico Almondo
Indirizzo
Via San Rocco 26 - Montà (Cuneo)
I vini di Almondo