Canalicchio di Sopra

Storia e antiche tradizioni del Sangiovese

Canalicchio di Sopra è sparsa su sessanta ettari di cui 19 vitati, incastonata sui pendii di Canalicchio e Montosoli, zona patrimonio dell’UNESCO e terra di espressioni a base di Sangiovese di straordinaria eleganza. Queste sono le premesse che accompagnano Simonetta, Marco e Francesco, terza generazione di questa storica cantina, nella missione di rappresentare la grande poliedricità del Sangiovese attraverso le sue note più classiche del Rosso, Brunello e Brunello Riserva. Amore, rispetto e territorio sono le parole chiave che hanno rappresentato la profonda etica adottata dal nonno Primo Pacenti sin dalla prima bottiglia nel 1966 e poi dal genero Pier Luigi. Una tradizione che ha ormai più di cinquant’anni di storia e di impegno anche nella fondazione del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino.

Le vigne di Canalicchio di Sopra vengono accarezzate dal tipico microclima e si distinguono grazie al terroir che ne conferisce le strepitose qualità. La cru Canalicchio comprende le vigne di Casaccia, Cerrino, Cantina, della Suga, Bersaglio e Vecchia Mercatale, caratterizzate da terreni particolarmente argillosi che sottendono le qualità di mineralità, sapidità, opulenza e robustezza. Nella cru Montosoli le vigne del Piano, del Mezzo, del Poggio e Filari Lunghi conferiscono le caratteristiche di aromaticità, eleganza e freschezza per il lungo invecchiamento. Viene utilizzato l’allevamento a cordone speronato e gli acini vengono selezionati manualmente. La fermentazione alcolica viene svolta in vasche di acciaio inossidabile a temperatura controllata, mentre la macerazione a contatto con le bucce si svolge per 20-28 giorni in base alla tipologia di produzione e i vini vengono affinati in botti di rovere di Slavonia.

La lunga tradizione della cantina Canalicchio di Sopra dona vini di grande volume e mineralità, caratterizzati da estrema eleganza soprattutto per quanto riguarda le vigne di Canalicchio. Tesi e più raffinati, invece, risultano i vini di Montosoli. Sono i terreni particolarmente argillosi e ricchi di minerali a donare una vasta gamma aromatica e complessità. In oltre cinquant’anni di storia questa storica cantina si è ritagliata una reputazione per le scelte di produzione legate più a motivazioni qualitative piuttosto che commerciali. Il sole su questa famiglia sembra destinato a non tramontare mai.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Rosso di Montalcino e Brunello di Montalcino
Anno di fondazione
1962
Ettari vitati
19
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
65.000 bt
Enologo
Paolo Vagaggini e Massimo Achilli
Indirizzo
Località Casaccia 73 - 53024 Montalcino (SI)
I vini di Canalicchio di Sopra