Consegna gratuita oltre i 59,90€
Consegna in Italia in 1 - 3 giorni lavorativi | gratuita oltre i 59,90€ | Callmewine è ora Carbon Neutral!

Domaine Rostaing

Eccellenza artigianale della Côte Rôtie
Regione Valle del Rodano (Francia)
Ettari vitati 7.5
Indirizzo 1 Pt Rue du Port, 69420 Ampuis, France
https://cdn.shopify.com/s/files/1/0650/4356/2708/articles/brands_11808_domaine-rostaing_2451_e82e1437-a593-44d5-b415-f1e016e72440.jpg?v=1709022712

Il Domaine René Rostaing è considerato dalla critica internazionale tra i migliori in assoluto della Côte Rôtie. I suoi vini ottengono da anni ottimi punteggi dalle principali guide e riviste di settore, per la loro capacità di interpretare il territorio in modo autentico. Si tratta di una piccola realtà che lavora in modo artigianale, seguendo le tradizioni di questa piccola zona, famosa tra gli appassionati per essere la culla della syrah. Questo affascinante vitigno francese, frutto di un incrocio spontaneo tra due uve del centro Europa, la mondeuse blanc e la dureza, regala vini di notevole struttura, ricchi e fruttati, con tannini fitti, acidità moderata ed eleganti note speziate, che ricordano in particolare il pepe nero.

La regione del Rodano è la più antica area della viticoltura francese. Dalla fondazione di Marsiglia da parte dei Focesi, la coltivazione della vite si diffuse poi nell’entroterra risalendo la valle del Rodano. La zona a sud di Vienne, antico insediamento delle popolazioni celtiche degli Allobrogi, poi diventata Colonia Julia Viennensis, dopo la conquista della Gallia da parte di Giulio Cesare, già all’epoca era rinomata per l’eccellenza dei suoi vini. Il territorio corrisponde a quello dell’attuale AOC Côte Rôtie, la più settentrionale della Valle del Rodano, che attualmente produce solo il 6% dei vini della regione, ma di livello assolutamente eccezionale. La Valle del Rodano è un territorio molto antico. La profonda fenditura si è creata dallo scontro tra il Massiccio Centrale e la catena delle Alpi. Il mar Mediterraneo l’ha colmata per millenni, fino all’epoca del suo ritiro, lasciando emergere, a nord le antiche rocce d’origine vulcanica e più a sud i depositi di calcari e arenarie marine, miste a depositi alluvionali di ciottoli e sabbie.

Il clima è mite e soleggiato, ma sempre rinfrescato dal Mistral, che soffia da nord. I suoli sono pietrosi e poveri composti da scisti e micascisti con varia presenza di minerali. Le vigne si trovano a un’altitudine compresa tra i 200 e i 325 metri e sono coltivate su ripidi terrazzamenti con muretti a secco, che tagliano i ripidi pendii. Si tratta di una viticoltura difficile, da condurre manualmente, anche per la presenza di vecchie vigne coltivate ad alberello. René Rostaing si occupa della tenuta di famiglia da oltre 40 anni e, approfittando dei bassi prezzi degli anni ’70, ha ampliato la proprietà con alcune pregiate parcelle situate in Côte Blonde, nel celebre cru di La Landonne e in seguito con altre vecchie vigne di particolare pregio. Dal 2015 René ha passato il testimone al figlio Pierre, che porta avanti il progetto fedele alle tradizioni di famiglia.