Duca di Salaparuta

Un progetto di zonazione volto a mettere in luce l'eterogeneità della Sicilia

Duca di Salaparuta rappresenta dal 1824 la tradizione enologica siciliana più radicata e riconosciuta dell’isola, legando il proprio nome a quello di Corvo e Florio.

Una realtà che trova la sua sede fisica a Casteldaccia, in provincia di Palermo, ma che ha possedimenti terrieri diffusi su tutto il territorio isolano, dalle pendici dell’Etna, al Golfo di Gela fino al Trapanese. Una scelta di terroir profonda e radicata che ha permesso ad ogni vigna di produrre il suo frutto migliore nelle condizioni naturalmente più adatte alle sue necessità.

Duca di Salaparuta si fa portavoce, con il suo lavoro di zonazione, di una Sicilia ricca di eterogeneità e biodiversità, capace di regalare interpretazioni diverse di un vitigno identico se coltivato in differenti aree. Nel 2001 è stata acquistata la Tenuta Vajasindi in frazione Passopisciaro, nel comune di Castiglione di Sicilia, con il desiderio di mettere alla prova l’uva Pinot Nero ad altitudini che raggiungono gli 800 metri e su suoli di matrice vulcanica. Il vino che sono stati capaci di realizzare è ricco di venature minerali e di freschezza, senza perdere la finezza classica che da sempre contraddistingue questa varietà. Nel 2002 vengono acquistate altre due tenute: Suor Marchesa a Riesi e Risignolo a Salemi e parallelamente si investe sull’ampliamento e sulla ristrutturazione  delle cantine storiche di Casteldaccia.

In cantina si sono raggiunti nel tempo i più alti standard di qualità come ad esempio l’impiego del freddo in fase di macerazione delle uve, per ovviare alla distanza tra vigna e locali adibiti alla vinificazione e bloccare sul nascere ogni tipo di fermentazione non voluta e la conseguente ossidazione dei precursori aromatici del frutto. Inoltre tutti i processi produttivi che vanno dall’arrivo delle uve fino allo stoccaggio delle bottiglie, sono sottoposti a una avanzata supervisione informatica tale da assicurare una precisa tracciabilità del prodotto.

Negli ultimi anni il portafoglio di referenze di Duca di Salaparuta cresce, insieme a nuove gamme ed etichette, con uno sguardo sempre più rivolto all’internazionalizzazione, senza mai perdere di vista quello stile unico e territoriale su cui da sempre si fonda.

Informazioni

Regione
Vini principali
Nero d'Avola, Pinot Nero, Merlot e Insolia
Anno fondazione
1824
Ettari vitati
280
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
1.000.000 bt
Indirizzo
Via Nazionale, 27 - SS 113 - 90014 Casteldaccia (PA)
I vini della cantina Duca di Salaparuta