Consegna gratuita oltre i 59,90€
Consegna in Italia in 1 - 3 giorni lavorativi | gratuita oltre i 59,90€ | Callmewine è ora Carbon Neutral!
Piave Malanotte Tessère 2011

Piave Malanotte Tessère 2011

Tessère

Il Piave Malanotte della cantina Tessère è un vino rosso secco corposo e speziato, ottenuto da uve leggermente appassite di Raboso, affinato per lungo tempo in acciaio, botti di rovere e in bottiglia. Emana profumi intensi di frutta matura, frutti di bosco, amarene e spezie dolci. Il sorso è energico, strutturato, fresco e vivacemente tannico

34,70 

Caratteristiche

Denominazione

Piave Malanotte DOCG

Tipologia

Gradazione alcolica

14 %

Formato

Bottiglia 75 cl

Filosofia produttiva

Vignaioli Indipendenti, Lieviti indigeni, Artigianali

Note addizionali

Contiene solfiti

DESCRIZIONE DEL PIAVE MALANOTTE TESSÈRE 2011

Il Piave Malanotte di Tessère è una delle espressioni con cui la cantina declina un vitigno autoctono veneto oramai quasi scomparso, il Raboso. Nello specifico, per quest’etichetta, si sceglie di effettuare una vendemmia tardiva dei grappoli, decisione che consente di ritrovare poi al naso, in fase di degustazione, i profumi che richiamano la frutta molto matura, impreziositi da lievi sentori più terziari. La beva è dominata da un tannino scolpito, ben forgiato, a cui è davvero difficile resistere.

Questo Piave Malanotte nasce dall’utilizzo in purezza di un vitigno su cui la cantina ha da sempre scommesso, sin dall’inizio della propria produzione vitivinicola, il Raboso. Le viti di questa varietà vengono coltivate con il sistema del guyot, e crescono affondando le radici su un terreno principalmente argilloso. Le uve vengono raccolte tardivamente, quando i grappoli sono già leggermente appassiti, tra la fine di Ottobre e l’inizio di Novembre. Il mosto fermenta spontaneamente in serbatoi d’acciaio, grazie alla presenza di lieviti indigeni. L’affinamento, che ha una durata di 18 mesi, viene svolto sia in acciaio che in botti di rovere.

Il vino rosso Piave Malanotte si sviluppa nel bicchiere con un colore tipicamente rubino, profondo e concentrato. Ampio e stratificato il naso, che risulta orchestrato intorno a una progressione di note che, dal fruttato, virano verso lo speziato e a cenni di legno tostato. All’assaggio è di ottimo corpo, ampio e fasciante al palato, con un sorso da cui emerge un gusto fresco, esaltato da una trama tannica che impiega poco per annunciarsi. Un’etichetta con cui la cantina Tessère prosegue nel percorso di valorizzazione dell’uva Raboso, presentandola con una sfaccettatura particolarmente interessante, adatta ad accompagnare secondi piatti di carne rossa e selvaggina.