Bianco di Torgiano 'Torre di Giano Vigna il Pino' Lungarotti 2018

Il Bianco di Torgiano 'Torre di Giano Vigna il Pino' di Lungarotti è un vino mediamente strutturato e affinato in piccola parte in barrique. Ne deriva così un fluido complesso e intenso, che richiama un ventaglio di aromi fruttati e agrumati, adagiati su uno sfondo lievemente boisé. Al palato regala un sorso fine e raffinato, rivelando una consistenza morbida e dal finale ammandorlato

16,30 € 19,90 € - 18%
Solo 3 con disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione

Torgiano DOC

Vitigni

Trebbiano 50%, Vermentino 30%, Grechetto 20%

Tipologia

Vini Bianchi

Regione

Umbria (Italia)

Gradazione alcolica

13.0%

Formato

Bottiglia 75 cl

Vigneti

Allevati a doppio Guyot presso la 'Vigna il Pino', su terreno argilloso e calcareo esposto a Ovest

Vinificazione

Criomacerazione delle uve. Il 30% del mosto fermenta in barrique; il restante 70% fermenta in acciaio

Affinamento

4-6 mesi in barrique per il 30% e in acciaio per il 70%. Poi almeno 3 anni in bottiglia

Note aggiuntive

Contiene solfiti

Premi e riconoscimenti

Gambero Rosso
2018
3 / 3
James Suckling
2017
92 / 100
Bibenda
2018
Veronelli
2018
88 / 100
Robert Parker
2017
87 / 100

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
10°-12°C
Quando aprire
Per gustarlo al meglio, ti consigliamo di lasciare 'respirare' il vino almeno 15-30 minuti prima di servirlo
Bicchiere
Calice ampio
Calice ampio

Ideale per i vini bianchi di buona struttura e intensità, che necessitano di ossigenazione per aprirsi completamente e sviluppare al meglio il proprio corredo aromatico intenso e complesso

Quando bere

Quando bere

Evolve

Vino perfetto da bere subito, ma può evolvere bene se tenuto a riposare in cantina

Puoi lasciarlo riposare in cantina tranquillamente per 4-5 anni

DESCRIZIONE DEL VINO BIANCO BIANCO DI TORGIANO 'TORRE DI GIANO VIGNA IL PINO' LUNGAROTTI 2018

Il “Torre di Giano Vigna il Pino” è un Bianco di Torgiano che rende onore proprio al paese di Torgiano, dove ha sede l’azienda Lungarotti. Già, perché quest’etichetta vuole essere un omaggio alla torre presente in epoca romana nel centro del comune, eretta per il dio Giano, ricostruita poi in epoca medievale e tutt’ora esistente. Un vino dunque territoriale, che vinifica e affina non solo in acciaio ma anche in legno, e che presenta dunque un profilo di media intensità. Un prodotto da riservare alle cene più formali, per regalarsi un sorso di classe direttamente dall’Umbria.

Questo Bianco di Torgiano “Torre di Giano Vigna il Pino” nasce da un accurato taglio di uve a bacca bianca, selezionate dal team della cantina Lungarotti all’interno dei propri possedimenti. In particolare, le viti di Trebbiano, Vermentino e Grechetto, che concorrono a formare il blend finale, vengono allevate con il sistema del doppio guyot all’interno della “Vigna il Pino”, vero e proprio cru che si caratterizza per l’esposizione a ovest e per i terreni, argillosi e calcarei. Gli acini, una volta raccolti durante l’importante fase della vendemmia, effettuano una criomacerazione, per poi fermentare sia in acciaio, per il 70% della massa, che in barrique, per il rimanente 30%. Queste percentuali rimangono invariate anche nel successivo periodo di maturazione, in cui il vino matura per 4-6 mesi sia sulle fecce fini in barrique che in acciaio. Dopo l’imbottigliamento, il vino compie un altro importante affinamento direttamente in vetro, per 3 anni.

Il vino Bianco di Torgiano “Torre di Giano Vigna il Pino” si presenta, all’esame visivo, con una tonalità compatta, che richiama il colore del giallo paglierino. Lo spettro olfattivo risulta strutturato intorno a note di frutta, anche tropicale, alternate a sfumature floreali e leggeri tocchi boisé. In bocca è di buon corpo, ampio e fasciante al palato, grazie a un sorso di impronta minerale; chiude con un finale caratterizzato da un retrogusto leggermente minerale. Un vino di ottimo spessore, con cui la cantina Lungarotti conferma la propria nomea, che, oramai da anni, la pone al centro della scena non solo della viticoltura umbra, ma di quella italiana.

Colore Giallo paglierino intenso

Profumo Di frutta a polpa bianca e di provenienza tropicale, di agrumi, floreale e dai tratti boisé delicati

Gusto Fine e fragrante, morbido, dal ritorno minerale e dal finale lievemente ammandorlato

produttore: Cantina Lungarotti

Vini principali
Torgiano Rosso, Rosso di Montefalco e Sagrantino
Anno fondazione
1962
Ettari vitati
250
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
2.500.000 bt
Enologo
Vincenzo Pepe, Lorenzo Landi, Cristophe Olivier
Indirizzo
Viale Giorgio Lungarotti, 2 - 06089 Torgiano (PG)

Perfetto da bere con

  • Risotto alle verdure
  • Tartare di pesce
  • Pesce e crostacei al vapore
  • Formaggi stagionati
  • Carni bianche in umido