Consegna gratuita oltre i 59,90€
Consegna in Italia in 1 - 3 giorni lavorativi | gratuita oltre i 59,90€ | Callmewine è ora Carbon Neutral!

Chiarlo Michele

I migliori crus del Piemonte gareggiano fra loro, nella stupefacente gamma presentata dalla cantina Michele Chiarlo
Regione Piemonte (Italia)
Anno fondazione 1956
Ettari vitati 120
Produzione annuale 1.100.000 bt
Indirizzo SS Nizza-Canelli, 99 - 14042, Calamandrana (AT)
Enologo Stefano Chiarlo, Gianni Meleni
https://cdn.shopify.com/s/files/1/0650/4356/2708/articles/brands_10517_chiarlo-michele_1190.jpg?v=1709220480

Michele Chiarlo è un nome che, a tutti coloro che sono appassionati di vini del Piemonte, non suonerà certamente nuovo. Siamo di fronte a una grande cantina, che, da diversi decenni, vinifica l’essenza del terroir piemontese. Una storia che nasce col padre di Michele, Pietro, che, a un certo punto della sua vita, decise di ritornare a Calamandrana, iniziando a investire nella campagna circostante, ripiantando vigneti e intuendo le potenzialità future del vino in queste aree. Michele, desideroso di cimentarsi con il vino, si fece iscrivere dal padre alla scuola enologica di Alba, realizzando la prima vendemmia “tutta sua” nel 1958. Da allora, si dedicò anche all’espansione della rete commerciale, sondando instancabilmente il mercato americano e quello legato ai paesi del nord Europa. Nei decenni successivi la cantina Michele Chiarlo consolidò la propria posizione, espandendosi geograficamente, andando ad acquistare parcelle nei cru più esclusivi di tutto il Piemonte. Oggi Michele è affiancato da Stefano e Alberto, in una successione che guarda al futuro prendendo spunto da un’influente tradizione famigliare, consolidata in una gamma di etichette di tutto rispetto.

Le vigne della cantina Michele Chiarlo si espandono per ben 120 ettari, una grande dimensione per una realtà piemontese. I vigneti si estendono a macchia di leopardo all’interno di alcuni dei crus più vocati del Monferrato e delle Langhe, tra cui spiccano Cannubi e Cerequio per il Barolo, Asili per il Barbaresco e La Court per la Barbera di Nizza. Tra i filari si coltivano le varietà più identitarie di ciascun territorio, come Nebbiolo, Barbera, Cortese, Moscato, Dolcetto e Arneis. In vigna si opta per una conduzione dei vigneti attraverso la lotta integrata, cercando, con azioni concrete, di tutelare il paesaggio in cui crescono i vini. In cantina, l’uso attento del legno durante gli affinamenti non inficia mai le caratteristiche intrinseche dei vitigni.

Michele Chiarlo è una realtà produttiva di rilievo, che dà origine a più di venti etichette, tutte caratterizzate da una qualità eccelsa, capaci di alternare vini più leggeri e spensierati a prodotti più importanti e austeri. Una gamma che, com’è giusto che sia, riscuote un meritato successo sia a livello nazionale che internazionale, mietendo punteggi e riconoscimenti davvero importanti. 

I vini della cantina Michele Chiarlo
93 -@@-5-Veronelli
4 -@@-3-Bibenda
2 -@@-1-Gambero Rosso
92 -@@-7-Robert Parker
43,00 
93 -@@-7-Robert Parker
92 -@@-8-Wine Spectator
92 -@@-9-James Suckling
42,50 
91 -@@-9-James Suckling
33,00 
3 -@@-2-Vitae AIS
4 -@@-3-Bibenda
93 -@@-9-James Suckling
2 -@@-1-Gambero Rosso
65,00 
4 -@@-2-Vitae AIS
92 -@@-9-James Suckling
95 -@@-7-Robert Parker
90 -@@-5-Veronelli
98,00 
3 -@@-2-Vitae AIS
92 -@@-5-Veronelli
95 -@@-7-Robert Parker
94 -@@-9-James Suckling
98,00 
4 -@@-3-Bibenda
90 -@@-5-Veronelli
89 -@@-7-Robert Parker
91 -@@-9-James Suckling
16,90 
Promo
90 -@@-9-James Suckling
12,00