Revì

Concentrati di trentinità a portata di bollicina

Il nome Revì è ormai divenuto in Trentino sinonimo di savoir faire spumantistico, capace di comunicare la grande qualità della regione e di incontrare il parere positivo dei palati più raffinati. Tutto ha avuto inizio nel lontano 1982, ad opera della famiglia Malfer che dopo numerose prove ed esperimenti pratici, ha deciso finalmente di lanciare le sue etichette sul mercato. In un primo periodo Revì era una micro-azienda, se confrontata con i suoi principali competitors, animata però da grande ambizione e prospettive di crescita. Oggi la sua forza produttiva ha toccato quota 40.000 bottiglie, sempre animata da valori quali passione, tradizione famigliare e qualità. I volti di questa casa spumantistica sono tutti femminili e rispondono alle persone di Carmen Tomasi e Giovanna Bertoldi, rispettivamente moglie e cognata del primo fondatore Paolo Malfer, enologo di professione, formatosi a San Michele all’Adige, oggi felicemente in pensione.

Revì deve il suo nome al toponimo della zona di produzione in cui nasce che la tradizione popolare attesta essere un luogo in cui la vigna è in grado di dar vita a un vino regale: ‘Re vin’, da cui Revì. Le uve coltivate sono quelle classiche della spumantistica trentina, ovvero Chardonnay e Pinot Nero, che crescono in un habitat ideale, tra i 210 e i 450 metri di altitudine, ben mitigato dalle fresche brezze di montagna. Le etichette attualmente prodotte da Revì cercano di interpretare nella maniera più rispettosa e adeguata le caratteristiche proprie del territorio di origine, stuzzicando i palati più ricercati con bollicine prodotte secondo i principi del Metodo Classico con lunghi affinamenti sui lieviti che vanno dai 36 ai 75 mesi. Interessanti le versioni Pas Dosé che non prevedono l’aggiunta di zucchero (liquer d’expedition) dopo la sboccatura e che raccontano nella maniera più autentica la tradizione spumantistica trentina.

Spumanti in grado di condensare in un solo calice morbidezza ed eleganza, avvolgenza e finezza, fragranza e sapidità, tratti gustativi fondamentali per la perfetta riuscita del Trento Doc.

Revì è riuscita, sin dalla sua prima fondazione, a mettere in bottiglia espressioni sincere e franche di trentinità, bollicine che parlano di altitudini, di fresca montagna, di dolci vallate, di fresche brezze lacustri, da stappare nelle migliori occasioni di festa e convivialità!

Informazioni

Regione:
Vini principali
Trento Spumante
Anno di fondazione
1982
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
40.000 bt
Enologo
Paolo Malfer
Indirizzo
Via Florida 10 - 38060 Aldeno (TN)
Gli spumanti di Revì