Fiano di Avellino Mastroberardino 2019

Il Fiano di Avellino di Mastroberardino è un bianco tipico della zona dell'avellinese qui interpretato in tutta la sua naturale freschezza. Viene vinificato in serbatoi di acciaio così da regalare al naso profumi avvolgenti di frutta a polpa bianca, mandorla, nocciola e fiori bianchi e sorprendere al palato con un sorso delicato e longilineo con interessanti note floreali 

10,50 € 11,50 € - 9% Disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione
Fiano di Avellino DOCG
Vitigni
Fiano 100%
Regione
Gradazione
12.5%
Formato
Bottiglia 75 cl
Vigneti
A Manocalzati e Montefalcione su suoli di medio impasto, a 400 metri di altitudine con esposizione a Sud-Est
Vinificazione
Vinificazione in bianco in serbatoi di acciaio a temperatura controllata
Affinamento
Qualche mese in bottiglia

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini bianchi leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Quando bere

Evolve

Vino perfetto da bere subito, ma può evolvere bene se tenuto a riposare in cantina

Puoi lasciarlo riposare in cantina tranquillamente per 2-3 anni

descrizione del Fiano di Avellino di Mastroberardino

Fiano di Avellino è un vino oltremodo versatile grazie ad una struttura lineare che lo rende perfetto come bottiglia da bere anche tutti i giorni, considerando soprattutto il prezzo con cui viene proposto dalla cantina Mastroberardino. Fresco e beverino, si caratterizza per un’interessante vena floreale, che si avverte più facilmente al naso ma che fa capolino anche nel retrogusto finale al palato. Un Fiano che, tra i diversi pregi, ha anche quello di potersi rendere protagonista in tavola in abbinamento a diversi piatti e ricette.

Il Fiano di Avellino di Mastroberardino nasce dalle uve coltivate all’interno della tenuta di Manocalzati e Montefalcione. I terreni di questa zona si trovano a circa 400 metri sul livello del mare, in prevalenza su terreni a medio impasto, dotati di un’esposizione rivolta verso sud-est. Le viti di Fiano di Avellino vengono allevate dal team della cantina con il sistema della spalliera. I grappoli dopo la raccolta vengono immediatamente portati nei locali adibiti alla vinificazione, dove vengono diraspati. Gli acini ottenuti si avviano alla fase di pressatura, e il mosto fermenta in contenitori d’acciaio inox a una temperatura controllata. Dopo l’imbottigliamento il vino rimane per qualche mese a maturare in vetro prima della messa in commercio.

Questo Fiano di Avellino si sviluppa nel bicchiere con un’anima color giallo paglierino, molto luminosa. Al naso si avverte una progressione di note fresche, dove la frutta, anche a guscio, si alterna con effluvi che ci riportano ai fiori. All’assaggio è di corpo leggero, soave e scattante al palato grazie a un sorso piacevolmente fresco; termina con un finale caratterizzato da un retrogusto floreale. Un’etichetta con cui Mastroberardino interpreta con semplicità i tratti fondamentali di una delle denominazioni più importanti di tutta la Campania.

Colore Giallo paglierino luminoso

Profumo Aromi freschi e delicati di frutta matura, mandorla, nocciola e fiori bianchi

Gusto Sorso leggero, sottile e rinfrescante con un retrogusto piacevolmente floreale

produttore: Mastroberardino

Vini principali
Taurasi, Aglianico e altri vitigni autoctoni campani
Anno fondazione
1878
Ettari vitati
250
Produzione annua
2.300.000 bt
Enologo
Massimo di Renzo
Indirizzo
Mastroberardino S.p.A., Via Manfredi, 75/81 - 83042 Atripalda (AV)

Perfetto da bere con

  • Antipasti caldi di pesce Antipasti caldi di pesce
  • Uova e torte salate Uova e torte salate
  • Pasta al pesce col pomodoro Pasta al pesce col pomodoro
  • Pasta al pesce in bianco Pasta al pesce in bianco
  • Frittura di pesce Frittura di pesce