Consegna gratuita oltre i 59,90€
Consegna in Italia in 1 - 3 giorni lavorativi | gratuita oltre i 59,90€ | Callmewine è ora Carbon Neutral!

Pinot Bianco

Il Pinot Bianco è un vitigno internazionale nato in Francia come variante genetica di quello Nero, la cui fortuna è però legata alla storia vinicola di altri Paesi europei, tra cui l’Italia. Se in Lombardia viene utilizzato per comporre le cuvée degli spumanti, è in Friuli, Veneto e Trentino Alto Adige che questa varietà, vinificata spesso in purezza, raggiunge le sue migliori espressioni. In queste terre montane dà origine a bianchi dotati di grande freschezza aromatica, di una morbida avvolgenza e di una struttura importante che gli permette di beneficiare di affinamenti in legno, arricchendosi di complessità e aprendosi ad interessanti evoluzioni.

61 Risultati
4 -@@-3-Bibenda
3 -@@-1-Gambero Rosso
11,90 
89 -@@-5-Veronelli
91 -@@-9-James Suckling
2 -@@-1-Gambero Rosso
16,40 
2 -@@-1-Gambero Rosso
92 -@@-9-James Suckling
90 -@@-5-Veronelli
91 -@@-7-Robert Parker
13,50 
91 -@@-9-James Suckling
19,50 
2 -@@-1-Gambero Rosso
4 -@@-3-Bibenda
92 -@@-7-Robert Parker
3 -@@-2-Vitae AIS
21,00 
3 -@@-1-Gambero Rosso
4 -@@-3-Bibenda
14,50 
91 -@@-9-James Suckling
89 -@@-8-Wine Spectator
14,30 
3 -@@-1-Gambero Rosso
4 -@@-3-Bibenda
14,90 
2 -@@-1-Gambero Rosso
92 -@@-5-Veronelli
93 -@@-9-James Suckling
3 -@@-2-Vitae AIS
22,90 
91 -@@-9-James Suckling
92 -@@-11-Luca Maroni
4 -@@-3-Bibenda
89 -@@-5-Veronelli
15,50 
2 -@@-1-Gambero Rosso
89 -@@-5-Veronelli
91 -@@-9-James Suckling
4 -@@-3-Bibenda
14,90 
91 -@@-7-Robert Parker
3 -@@-2-Vitae AIS
18,00 
90 -@@-5-Veronelli
4 -@@-3-Bibenda
2 -@@-1-Gambero Rosso
4 -@@-2-Vitae AIS
20,40 
4 -@@-3-Bibenda
2 -@@-1-Gambero Rosso
90 -@@-5-Veronelli
4 -@@-2-Vitae AIS
22,00 
95 -@@-7-Robert Parker
5 -@@-3-Bibenda
3 -@@-1-Gambero Rosso
95 -@@-9-James Suckling
34,50 
3 -@@-1-Gambero Rosso
91 -@@-9-James Suckling
4 -@@-2-Vitae AIS
4 -@@-3-Bibenda
19,90 
4 -@@-3-Bibenda
3 -@@-1-Gambero Rosso
91 -@@-5-Veronelli
92 -@@-9-James Suckling
26,90 
2 -@@-1-Gambero Rosso
4 -@@-2-Vitae AIS
5 -@@-3-Bibenda
94 -@@-9-James Suckling
21,50 
89 -@@-5-Veronelli
4 -@@-3-Bibenda
92 -@@-9-James Suckling
90 -@@-11-Luca Maroni
15,00 
5 -@@-3-Bibenda
2 -@@-1-Gambero Rosso
88 -@@-5-Veronelli
4 -@@-2-Vitae AIS
21,00 
91 -@@-9-James Suckling
10,90 
4 -@@-3-Bibenda
2 -@@-1-Gambero Rosso
92 -@@-9-James Suckling
91 -@@-5-Veronelli
18,50 
4 -@@-3-Bibenda
2 -@@-1-Gambero Rosso
94 -@@-9-James Suckling
90 -@@-5-Veronelli
25,80 
92 -@@-5-Veronelli
4 -@@-3-Bibenda
3 -@@-2-Vitae AIS
93 -@@-11-Luca Maroni
24,00 
4 -@@-2-Vitae AIS
4 -@@-3-Bibenda
2 -@@-1-Gambero Rosso
93 -@@-9-James Suckling
17,50 
4 -@@-3-Bibenda
90 -@@-5-Veronelli
3 -@@-2-Vitae AIS
96 -@@-11-Luca Maroni
21,90 
4 -@@-3-Bibenda
11,20 
91 -@@-9-James Suckling
13,90 
93 -@@-9-James Suckling
93 -@@-7-Robert Parker
14,20 
90 -@@-9-James Suckling
10,40 
91 -@@-9-James Suckling
88 -@@-8-Wine Spectator
11,50 
94 -@@-11-Luca Maroni
2 -@@-1-Gambero Rosso
16,00 
Pagina Precedente

Il Pinot Bianco è un vitigno internazionale nato in Francia come variante genetica di quello Nero, la cui fortuna è però legata alla storia vinicola di altri Paesi europei, tra cui l’Italia. Se in Lombardia viene utilizzato per comporre le cuvée degli spumanti, è in Friuli, Veneto e Trentino Alto Adige che questa varietà, vinificata spesso in purezza, raggiunge le sue migliori espressioni. In queste terre montane dà origine a bianchi dotati di grande freschezza aromatica, di una morbida avvolgenza e di una struttura importante che gli permette di beneficiare di affinamenti in legno, arricchendosi di complessità e aprendosi ad interessanti evoluzioni.

Il Passaporto del Pinot Bianco

Questo vitigno a bacca bianca appartiene alla famiglia dei “Pinot” ma è stato per anni confuso e scambiato con il vitigno Chardonnay, al punto da essere chiamato erroneamente “Pinot Chardonnay”. Infatti se si esaminano le sua caratteristiche organolettiche e il suo profilo gustativo si trovano molte somiglianze tra le due varietà: il sapore burroso, la freschezza aromatica e quella piacevole e grassa morbidezza dovuta all’affinamento in legno. Tramite alcuni recenti studi ampelografici si è potuto chiarire ogni dubbio. Si è dimostrata la sua stretta parentela con quello Nero e come si sia evoluto, attraverso una mutazione genetica, dal quello Grigio. Nel 1978 ha ottenuto il riconoscimento ufficiale ed è stato iscritto al registro nazionale delle varietà di viti in Italia.

L'origine del Pinot Bianco è quindi francese, anche se in queste terre ha trovato poco spazio per potersi esprime. La sua diffusione in Francia è limitata all’Alsazia, dove si produce un vino bianco espressivo, fresco e piacevole, spesso vinificato in purezza. In Italia, invece, ha riscosso un buon successo e partecipa come solista o come blend a diverse denominazioni regionali. Si è diffuso principalmente nelle zone settentrionali, come Alto Adige, Trentino, Veneto e Friuli, dove il clima più freddo e montano riesce ad esaltare maggiormente le sua qualità. Una delle caratteristiche più rilevanti di questa varietà è la spiccata acidità intrinseca che lo rende particolarmente adatto alla spumantizzazione. Infatti partecipa alle cuvée dei più prestigiosi e importanti spumanti metodo classico, come i Franciacorta e i Trento DOC.

Al di fuori dei confini della nostra penisola si è diffuso in Austria e Germania, ribattezzato con il nome di Weissburgunder. Allevato con basse rese per ettaro e a volte affinato in barrique regala espressioni uniche e di grande pregio, dal lungo potenziale di invecchiamento.

Le Sue Caratteristiche nel Südtirol

Tra tutte le regioni d’Italia quella che merita di essere citata per la coltivazione di questo vitigno è sicuramente l’Alto Adige. Con gli oltre 500 ettari coltivati e una superficie che supera il 15% dei terreni vitati si è ritagliato un posto tra i vitigni più rappresentativi del panorama enologico regionale. Le uve vengono spesso ottenute da rese piuttosto basse, permettendo agli acini di concentrare meglio le sostanze ed essere quindi più ricchi di materia. Il risultato è un bianco burroso e strutturato, con una travolgente freschezza, spesso cesellata e ammorbidita dal passaggio in botti di legno.

La denominazione Pinot Bianco Alto Adige è sicuramente la più famosa e importante, in grado di raccontare sfumature diverse della stessa regione. Più dell’80% del territorio coltivato con questa varietà rientra in tal disciplinare. L’uva riporta fedelmente le classiche impronte territoriali del luogo, dando origine ad espressioni fresche, secche e pulite, dai profumi di erbe di montagna e agrumi con richiami di fiori bianchi e pesca.

I Pinot Bianco Terlano rappresentano la parte più grande di quella nicchia di uve coltivate al di fuori dell’Alto Adige DOC, sul territorio della provincia di Bolzano. Gli aromi varietali e complessi di erbe aromatiche, acacia e frutta bianca e quel gusto asciutto e di medio corpo, sempre contraddistinto da una vibrante freschezza, ne fanno uno dei vini più rappresentativi dell’Alto Adige.

Con cosa abbinarlo?

Quando vinificato in purezza e affinato in acciaio viene spesso accostato ad antipasti di pesce crudo, crostacei, formaggi freschi e fritture di pesce. Può anche fare una bella figura su portate leggermente più complesse come primi piatti ai frutti di mare, pasta con vongole o cozze e pesci delicati alla griglia. Le versioni più evolute e affinate in legno possono sposarsi con piatti più articolati, come carni bianche, vellutate, torte salate e zuppe di pesce.

Su Callmewine trovi un’ampia gamma di vini selezionati per te dai nostri sommelier. Scopri i Pinot Bianco prezzo, caratteristiche e abbinamenti sulla tue enoteca online di Callmewine e compra la bottiglia per ogni tua occasione.