Fattoria Nannì

La lingua marchigiana del Verdicchio fatto secondo tradizione

Nella campagna marchigiana di Apiro, in località Arsicci, sorge la giovane Fattoria Nanni, fondata da Roberto Cantori. Forte dei suoi studi in Enologia e dalla sua lunga carriera nel campo della ristorazione, il giovane ragazzo decide di iniziare la sua avventura come vignaiolo al fianco della sua famiglia. Parte da alcune vigne che erano state impiantate nel '67 da Gianni Piersigilli, soprannominato Nannì, a cui dedica anche il nome della cantina. Convinto sostenitore del mondo biologico e dell’agricoltura a basso impatto ambientale, Roberto è innamorato follemente della sua terra e la descrive in maniera poetica. Racconta del Monte San Vicino, quella montagna dell’appennino marchigiano al confine tra l’anconetano e il maceratese dalla forma di un “panettone” che osserva le vallate, custodisce i castelli e protegge i filari della tenuta. Un luogo che Madre Natura ha disegnato dettagliatamente con cura e che sembra rispondere alla casa più fertile e vocata che cerca la vite. Le distese argentate degli ulivi si intrecciano alle macchie dorate del grano fino al confine tra terra e mare, dove l’Adriatico colora di blu l’orizzonte. Qui la vite non attende altro che crescere rigogliosa e moltiplicarsi nei 19 ettari di proprietà, di cui 5 vitati e destinati esclusivamente a vecchie piante di Verdicchio.

Ci troviamo su quelle dolci colline site a 450 metri di altitudine che collegano l’Appennino al mar Adriatico. I terreni sono di matrice calcarea ed esposti alle brezze che soffiano costantemente dal mare e dai monti. Il Verdicchio è l’uva con cui si identifica la cantina, una varietà che, come racconta Roberto, esprime al massimo la tipicità del territorio regionale. In cantina gli affinamenti avvengono solamente in acciaio, proprio per far esprimere al vino tutta la freschezza e la fragranza delle colline del maceratese.

La cantina Fattoria Nanni produce una sola etichetta, Il Verdicchio dei Castelli di Jesi “Origini”. Un dipinto d’autore delle Marche, a partire già dalla sua meravigliosa etichetta realizzata con acquerelli, che racconta il lato più autentico ed espressivo del Verdicchio immerso nel meraviglioso panorama marchigiano. Risulta sapido, secco, piacevolmente amarognolo, delizioso e avvolgente, caratterizzato da un profilo aromatico molto fruttato e floreale. Un vino, una cantina, una regione e un’uva: un puro esempio di tradizione marchigiana!

Informazioni

Regione:
Vini principali
Verdicchio
Ettari vitati
5
Enologo
Roberto Cantori
Indirizzo
Fattoria Nanni, Via Macerata, 5 - 62010 Montefano (MC)
I vini della cantina Fattoria Nannì