Feudo Maccari

Un feudo barocco tornato nel suo antico splendore, una delle espressioni più intense del Nero d’Avola

Su colline ventilate dalla brezza marina, in una delle zone più belle della Sicilia, la Val di Noto, Antonio Moretti e la figlia Monica hanno fondato nel 2000 la cantina Feudo Maccari, dopo essersi fatti brillantemente conoscere con la Tenuta Sette Ponti nell’Aretino. Acquisendo circa un migliaio di tumuli da oltre 50 diversi proprietari e impegnandosi in un rigoroso recupero filologico del passato, Antonio e Monica hanno ricostituito un feudo barocco affascinante, suggestivo e di rara bellezza nella campagna tra Noto e Pachino.

Tra siepi di fichi d’india, carrubi, ulivi, mandorleti e palme nane, si estendono i vigneti ad alberello di Nero d’Avola del Feudo Maccari, reimpiantati seguendo i consigli del noto vivaista francese Gilbert Bouvet. La scelta di recuperare una delle forme più antiche e naturali della coltivazione della vite, sostenendo ingenti costi di gestione, si spiega con la volontà di produrre vini indissolubilmente legati al terroir, tra le espressioni più intense, cariche e concentrate di Nero d’Avola.

Il Feudo Maccari, ricostituito nel suo antico splendore, vanta oggi di una moderna e funzionale cantina, da cui escono vini rossi di notevole complessità, eleganti e dal carattere esuberante, merito di un terroir dal microclima particolare e dai terreni di origine vulcanica, straordinariamente vocato alla coltivazione di Nero d’Avola.

Informazioni

Regione
Vini principali
Nero d'Avola, Grillo
Anno fondazione
2000
Ettari vitati
50
Produzione annua
250.000 bt
Indirizzo
SP Noto-Pachino km 13.5 - 96017 Noto (SR)

 

 

"Da queste parti, da sempre, c’è il miglior terroir per la coltivazione di Nero d’Avola, che in quest’area riesce ad assumere complessità, carattere ed eleganza difficilmente riscontrabili altrove"

Guida Gambero Rosso 2015
I vini della cantina Feudo Maccari