Francis Ford Coppola

Il grande regista tra i vigneti

Francis Ford Coppola è un nome che non avrebbe bisogno di presentazioni: attore, regista, produttore, montatore, musicista, scrittore e sceneggiatore, vincitore di Palme d’Oro a Cannes e Leoni d’Oro a Venezia, più volte premio Oscar e Oscar alla carriera. Ma l’immenso cineasta statunitense, di vicine origini lucane, non è forse parimenti conosciuto per la sua passione enologica, che figura in realtà come un vero e proprio affare di famiglia: il nonno Agostino era solito vinificare nello scantinato del condominio di New York in cui viveva, utilizzando tini in cemento costruiti in proprio. La storia più recente data verso la fine degli anni Settanta, quando Francis e la moglie Eleanor cercano un cottage nella zona di Napa Valley in cui trascorrere i weekend con i figli e produrre vino a livello domestico: il piccolo villino si rivela nientemeno che la storica tenuta di Inglenook Winery, fondata nel 1879 dal capitano finlandese Gustave Niebaum e scrigno dei vigneti tra i più antichi degli Stati Uniti. La famiglia Coppola si lancia nell’immenso progetto di recupero della dimora e delle monumentali viti, importate direttamente dalla Francia intorno al 1880: un’impresa centrata dopo oltre 35 anni di lavori. La tenuta, nel frattempo, assumeva l’insegna di Niebaum-Coppola Estate, per divenire poi Rubicon Estate, nome celebrativo del taglio bordolese pluripremiato; in anni più recenti Coppola rileverà lo stesso marchio Inglenook. Nel 2006, per trovare una casa definitiva alle proprie etichette, la famiglia acquista lo Chateau Souverain nel territorio di Sonoma County, fondando l’attuale Francis Ford Coppola Winery: una “wine wonderland” in cui l’attività vitivinicola è affiancata dalle più svariate proposte legate all’ospitalità, alla ristorazione e ovviamente al cinema.

Francis Ford Coppola Winery è situata in uno dei territori storici della viticoltura statunitense: Sonoma County si distende a nord di San Francisco, in un clima fortemente influenzato dall’oceano Pacifico. Gli appezzamenti si trovano nelle diverse zone vocate della contea: Dry Creek Valley a nord-ovest, calda e ventilata, con suoli drenanti di ghiaia e argilla, patria dello Zinfandel; Alexander Valley, a nord-ovest, caldissima e dai terreni alluvionali, terra di Merlot e perfetta per la maturazione del Cabernet Sauvignon; Russian River Valley, a sud, più fresca e spesso avvolta dalle nebbie, è la casa di Pinot Noir e Chardonnay. 

Francis Ford Coppola Winery realizza una gamma vastissima di tipologie, tutte con le tipiche uve internazionali di origine francese e alcune peculiarità come lo Zinfandel: dai classici e seriosi tagli bordolesi, fino alle più creative etichette pop dal tappo a corona, ideate dalla figlia Gia. Le linee di maggior pregio importate in Italia sono rappresentate da Diamond Collection e Director’s Cut.

Anno fondazione
2006
Indirizzo
300 Via Archimedes, Geyserville, CA 95441, United States

Francis Ford Coppola è un nome che non avrebbe bisogno di presentazioni: attore, regista, produttore, montatore, musicista, scrittore e sceneggiatore, vincitore di Palme d’Oro a Cannes e Leoni d’Oro a Venezia, più volte premio Oscar e Oscar alla carriera. Ma l’immenso cineasta statunitense, di vicine origini lucane, non è forse parimenti conosciuto per la sua passione enologica, che figura in realtà come un vero e proprio affare di famiglia: il nonno Agostino era solito vinificare nello scantinato del condominio di New York in cui viveva, utilizzando tini in cemento costruiti in proprio. La storia più recente data verso la fine degli anni Settanta, quando Francis e la moglie Eleanor cercano un cottage nella zona di Napa Valley in cui trascorrere i weekend con i figli e produrre vino a livello domestico: il piccolo villino si rivela nientemeno che la storica tenuta di Inglenook Winery, fondata nel 1879 dal capitano finlandese Gustave Niebaum e scrigno dei vigneti tra i più antichi degli Stati Uniti. La famiglia Coppola si lancia nell’immenso progetto di recupero della dimora e delle monumentali viti, importate direttamente dalla Francia intorno al 1880: un’impresa centrata dopo oltre 35 anni di lavori. La tenuta, nel frattempo, assumeva l’insegna di Niebaum-Coppola Estate, per divenire poi Rubicon Estate, nome celebrativo del taglio bordolese pluripremiato; in anni più recenti Coppola rileverà lo stesso marchio Inglenook. Nel 2006, per trovare una casa definitiva alle proprie etichette, la famiglia acquista lo Chateau Souverain nel territorio di Sonoma County, fondando l’attuale Francis Ford Coppola Winery: una “wine wonderland” in cui l’attività vitivinicola è affiancata dalle più svariate proposte legate all’ospitalità, alla ristorazione e ovviamente al cinema.

Francis Ford Coppola Winery è situata in uno dei territori storici della viticoltura statunitense: Sonoma County si distende a nord di San Francisco, in un clima fortemente influenzato dall’oceano Pacifico. Gli appezzamenti si trovano nelle diverse zone vocate della contea: Dry Creek Valley a nord-ovest, calda e ventilata, con suoli drenanti di ghiaia e argilla, patria dello Zinfandel; Alexander Valley, a nord-ovest, caldissima e dai terreni alluvionali, terra di Merlot e perfetta per la maturazione del Cabernet Sauvignon; Russian River Valley, a sud, più fresca e spesso avvolta dalle nebbie, è la casa di Pinot Noir e Chardonnay. 

Francis Ford Coppola Winery realizza una gamma vastissima di tipologie, tutte con le tipiche uve internazionali di origine francese e alcune peculiarità come lo Zinfandel: dai classici e seriosi tagli bordolesi, fino alle più creative etichette pop dal tappo a corona, ideate dalla figlia Gia. Le linee di maggior pregio importate in Italia sono rappresentate da Diamond Collection e Director’s Cut.

I vini della cantina Francis Ford Coppola