Tenute Sella

La storia del Piemonte nascosta tra Lessona e Bramaterra

Tenute Sella non è semplicemente una storica cantina, punto di riferimento del vino biellese, ma è parte integrante della storia del Piemonte. Se documenti notarili attestano l’acquisizione delle vigne da parte di Comino Sella nel 1671, da lì in poi questi storici terreni non hanno mai smesso di svilupparsi e valorizzarsi, fino al conseguimento della Doc nel 1976 per il Lessona e nel 1979 per il Bramaterra.

Le uve di Nebbiolo, Croatina, Vespolina ed Erbaluce delle Tenute Sella crescono sui terreni di Lessona e Bramaterra: i primi prevalentemente sabbiosi e con una acidità tra le più alte al mondo, mentre nei secondi, posizionati più ad est, si riscontrano porfidi rossi di origine vulcanica inseriti in una cornice boschiva ricca di flora e fauna selvatiche. Per l’affinamento dei vini si privilegiano fusti da 10/25 ettolitri di Slavonia e barrique parzialmente nuove, il tutto seguendo uno stile rigorosamente classico e tradizionale.

La gamma di vini di Tenute Sella, notevole per qualità, comprende l’affascinante Bramaterra, granato, con note minerali ferrose e dal gusto pieno di fiori rossi, melograno, fragoline e pepe. Di alto livello il Lessona San Sebastiano allo Zoppo, dall’elegante impatto floreale, con note di sottobosco e bacche di ginepro, china e liquirizia. Fiore all’occhiello è poi l’Omaggio a Quintino Sella, prodotto esclusivamente nelle annate migliori e considerata la “riserva di famiglia”, dedicata ad uno dei fautori dell’Unità d’Italia e ministro in epoca Risorgimentale. Quelli di Tenute Sella sono vini storici che hanno attraversato molte tavole di epoche differenti e che difficilmente hanno mai deluso qualcuno.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Lessona, Bramaterra
Anno di fondazione
1671
Ettari vitati
22.5
Produzione annua
70.000 bt
Enologo
Paolo Benassi
Indirizzo
Via IV Novembre, 130 - 13853 Lessona (BI)
I vini di Tenute Sella