Etna Bianco 'Cavanera Ripa di Scorciavacca' Firriato 2021

L’Etna Bianco “Cavanera Ripa di Scorciavacca” è un vino fresco ed espressivo di accesa e coinvolgente mineralità, vinificato e affinato in acciaio. Emana profumi di fiori gialli campestri, frutta bianca e agrumi. Al palato è morbido, rotondo, fresco e dinamico, dalla persistente sapidità

19,90 € 23,50 € - 15%
Disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione

Etna DOC

Vitigni

Carricante 90%, Catarratto 10%

Tipologia

Vini Bianchi

Regione

Sicilia (Italia)

Gradazione alcolica

13.5%

Formato

Bottiglia 75 cl

Vigneti

Allevati a spalliera su terreno franco sabbioso di matrice vulcanica sul versante nord dell’Etna tra 750 e 850 metri di altitudine

Vinificazione

Criomacerazione, pressatura soffice e fermentazione alcolica in acciaio per 20 giorni

Affinamento

6 mesi sulle fecce fini e 12 mesi in bottiglia

Note aggiuntive

Contiene solfiti

Premi e riconoscimenti

Gambero Rosso
2021
3 / 3
James Suckling
2020
93 / 100
Bibenda
2018
Robert Parker
2017
89 / 100

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini bianchi leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

DESCRIZIONE DEL VINO BIANCO ETNA BIANCO 'CAVANERA RIPA DI SCORCIAVACCA' FIRRIATO 2021

Il vino Etna Bianco “Cavanera Ripa di Scorciavacca” racchiude in sé la passione e la dedizione che Salvatore di Gaetano, proprietario della cantina Firriato, nutre per il terroir etneo, vero e proprio unicum dell’isola. Un bianco in cui la freschezza derivante da una bella spalla acida si amalgama con la morbidezza generale della struttura al palato, dando origine a un prodotto delizioso da bere adesso, ma che può affrontare egregiamente un periodo di evoluzione di 3-4 anni.

Questo vino “Cavanera Ripa di Scorciavacca” è un Etna Bianco che ha origine da un blend di vitigni autoctoni a bacca bianca dove, accanto al 90% di Carricante, troviamo anche un 10% di Catarratto. Le viti di queste due varietà vengono allevate con il sistema della spalliera, in vigneti caratterizzati da un sottosuolo franco-sabbioso di matrice vulcanica, situati sul versante nord dell’Etna, a un’altezza compresa fra i 750 e gli 850 metri di altitudine. Le uve, non appena giungono nei locali adibiti alla vinificazione di Firriato, effettuano una criomacerazione, per poi venire pressate e avviate alla fermentazione in acciaio, per 20 giorni. Dopodiché si passa alla maturazione, per 6 mesi sulle fecce fini in acciaio, e, per altri 12 mesi, in vetro, dopo l’imbottigliamento.

L’Etna Bianco “Cavanera Ripa di Scorciavacca” si rivela all’occhio con un colore brillante, che richiama il giallo paglierino, attraversato nell’unghia da riflessi verdolini. Il naso è dominato da sensazioni avvolgenti di fiori, impreziosite da sfumature che toccano il minerale e il fruttato, soprattutto gli agrumi. In bocca è di medio corpo, pieno, con un sorso incisivo, che fa leva su una vena sapida molto rinfrescante. Un bianco con cui la cantina Firriato conferma il proprio ruolo all’interno del panorama vitivinicolo siciliano, presentandosi sul mercato con punteggi interessanti.

Colore Giallo paglierino con riflessi verdolini

Profumo Floreale, minerale e agrumato, con sentori di fiori gialli, scorzette di agrumi e frutta bianca matura

Gusto Morbido, rotondo, fresco, espressivo e molto minerale

produttore: Firriato

Vini principali
Nero d'Avola, Perricone, Catarratto, Etna
Anno fondazione
1985
Ettari vitati
470
Produzione annua
6.000.000 bt
Enologo
Giuseppe Pellegrino
Indirizzo
Firriato, Via Trapani, 4 - 91027 Paceco (TP)

Perfetto da bere con

  • Pasta sugo di verdure
  • Pesce in umido
  • Antipasti pesce affumicato
  • Tartare di pesce
  • Pasta al pesce in bianco