Fiano di Avellino Vadiaperti - Traerte 2018

Un vino bianco fresco e profumato, un simbolo del territorio irpino, il Fiano di Avellino di Vadiaperti si caratterizza per tonalità fruttate di piacevole complessità, con note di mela e nocciola, alternate a una mineralità vivace e molto caratteristica accompagnata da una tonificante freschezza

12,20 € 13,50 € - 10% Disponibilità immediata

Caratteristiche

Denominazione
Fiano di Avellino DOCG
Vitigni
Fiano 100%
Regione
Gradazione
13.0%
Formato
Bottiglia 75 cl
Affinamento
3 mesi in acciaio

Premi e riconoscimenti

Veronelli
2018
90 / 100
Vitae AIS
2018

Per gustarlo al meglio

Temp. servizio
8°-10°C
Bicchiere
Calice apertura media
Calice apertura media

Ideale per i vini bianchi leggeri e di media struttura, che non necessitano di ossigenazione per aprirsi. L’apertura leggermente più stretta rispetto al corpo del calice favorisce la concentrazione dei profumi verso il naso, esaltando la percezione degli aromi e limitandone la dispersione

Quando bere

Quando bere

Evolve

Vino perfetto da bere subito, ma può evolvere bene se tenuto a riposare in cantina

Puoi lasciarlo riposare in cantina tranquillamente per 2-3 anni

descrizione del sommelier

Il Fiano di Avellino Vadiaperti rappresenta un’esperienza di rara territorialità. L’azienda Vadiaperti è stata una delle prime cantina a imbottigliare il proprio fiano nella prima metà degli anni Ottanta, e ora si erge in una posizione da protagonista nel panorama vitivinicolo campano e nazionale.

La storia della cantina comincia con Antonio Troisi, professore di storia e, anche per questo, grande conoscitore delle antichissime origini della viticoltura mediterranea; proprio con lui, infatti, l’azienda comincia a imbottigliare vino, dopo essere stata per anni una delle più importanti ditte importatrici di vino italiano negli Stati Uniti. Da quella prima bottiglia tutto è cambiato, e Vadiaperti ha cominciato un percorso giocato sempre sulla coerenza stilistica, senza mai inseguire le mode del tempo.

Oggi la guida dell’azienda è passata nelle mani di Raffaele, figlio di Antonio, che ha rilanciato con decisione la produzione negli anni Novanta, insistendo nella ricerca di sapidità e freschezza. Il corpo principale dei vigneti si estende attorno alla cantina, sulla collina di Montefredane, proprio a ridosso del capoluogo provinciale; le uve di Fiano prendono vita su un terreno argilloso che gli dona profondità di succo e intensità di aromi. Un vino che rappresenta al meglio quanto di buono questo vitigno è in grado di offrire al nostro palato.

Colore Giallo paglierino chiaro

Profumo Delicati sentori di mela, pera verde e nocciola, con una piacevole note minerale sul finale

Gusto Elegante e fresco, supportato nel finale da sentori di sambuco e nocciole salate

produttore: Vadiaperti - Traerte

Vini principali
Fiano di Avellino, Greco di Tufo e Falanghina
Anno fondazione
1984
Ettari vitati
11
Produzione annua
100.000 bt
Enologo
Raffaele Troisi
Indirizzo
Contrada Vadiaperti - Montefredane (AV)

Perfetto da bere con

  • Antipasti caldi di pesce Antipasti caldi di pesce
  • Pesce alla griglia Pesce alla griglia
  • Pasta al pesce col pomodoro Pasta al pesce col pomodoro
  • Pasta al pesce in bianco Pasta al pesce in bianco
  • Tartare di pesce Tartare di pesce
  • Zuppa di pesce in bianco Zuppa di pesce in bianco
  • Zuppa di pesce col pomodoro Zuppa di pesce col pomodoro
  • Pesce e crostacei al vapore Pesce e crostacei al vapore