Bisi

I custodi dell'Oltrepò Pavese: tra saggezza filosofica e rigore morale

La cantina Bisi si trova nello splendido paesaggio collinare dell’Oltrepò Pavese, la zona sud della Lombardia, che costituisce uno dei territori più vocati della regione per la produzione di vini. La tenuta si estende attualmente su una trentina di ettari. È stata creata a partire dal vigneto Roncolongo, ancora oggi uno dei migliori cru aziendali, acquistato nel lontano 1926. La tradizione della viticoltura è stata tramandata di padre in figlio e oggi è la terza generazione che porta avanti l’azienda nel segno delle migliori consuetudini del territorio. Da un punto di vista dei terreni, l’area dell’Oltrepò Pavese è caratterizzata dalla presenza di marne calcareo-argillose di origine eocenica, con le zone basse più ricche di argille e con alcune vene gessose che attraversano il territorio, contribuendo ad aumentarne la complessità.

Fin dalle sue origini, la cantina si è orientata verso la produzione di vini schietti e genuini che fossero in grado di rappresentare in modo autentico le consuetudini locali. Proprio per tener fede a questa scelta, la cantina ha deciso di puntare sulla coltivazione dei vitigni storicamente presenti in quest’area, l’autoctono Croatina, la Barbera, diffusa in tutta la fascia che dal Monferrato si allunga verso il Piacentino passando per l’Oltrepò e la Malvasia. Non mancano gli internazionali Pinot Nero e Riesling, che sono coltivati in queste terre fin dalla fine dell’Ottocento e si sono ambientati particolarmente bene, tanto da raggiungere risultati di assoluta eccellenza a livello nazionale

In campagna si pratica una viticoltura molto rispettosa dell’ambiente. L’azienda aderisce al progetto ViNO, che si pone l’obiettivo di favorire la biodiversità in vigna, attraverso l’adozione di un protocollo orientato alla salvaguardia di alcune specie animali protette tipiche del territorio. Le vendemmie si svolgono a piena maturazione, con selezione dei migliori grappoli in vigna e le uve sono trasportate rapidamente in cantina per procedere alle vinificazioni. Un’attenzione particolare è rivolta alla Bonarda, il vino più tipico del territorio, realizzato con Croatina e Barbera. La cantina aderisce, infatti, al progetto del Distretto del Vino di Qualità dell’Oltrepò Pavese, che prevede l’utilizzo di un disciplinare più severo e restrittivo rispetto a quello della DOC e la commercializzazione del vino in una bottiglia particolare che ne garantisce la riconoscibilità.

Altre informazioni

Anno fondazione
1926
Ettari vitati
30
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
90.000 bt
Indirizzo
Cascina San Michele, Fraz. Villa Marone, 70 - 27040, San Damiano al Colle (PV)
I vini di Bisi