Brezza

La tradizione dei grandi vini rossi piemontesi dal 1885

Brezza è uno dei grandi nomi del Barolo, un produttore che ha saputo confermarsi, anno dopo anno, ai vertici della produzione. La filosofia della famiglia Brezza è facilmente comprensibile: produrre grandi vini rossi nel pieno rispetto della natura. Da qui deriva la scelta della produzione biologica, intesa come valore etico e culturale e non come strumento di promozione. I vini di Brezza rappresentano il lato nobile della tradizione e si inseriscono pienamente nella classicità del Barolo, ma riescono sempre a mantenere dinamismo e originalità. Nata nel 1885 dal sapiente lavoro di Giacomo, la cantina Brezza può contare oggi su ventidue ettari di terreno, di cui sedici e mezzo sono destinati a vigneto.

La produzione comprende i classici vitigni rossi piemontesi (Nebbiolo, Barbera, Dolcetto e Freisa) e lo Chardonnay come unica eccezione “in bianco”. La dimensione famigliare della cantina, giunta ormai alla quarta generazione, si racchiude interamente nelle 80mila bottiglie prodotte, a conferma del carattere artigianale e passionale di questi vini.

La famiglia Brezza gestisce anche un ristorante e un albergo a pochi passi dal centro di Barolo, dove è possibile visitare un piccolo museo storico che contiene tutte le attrezzature utilizzate in passato per il lavoro in vigna.

Informazioni

Regione
Anno fondazione
1885
Ettari vitati
20
Produzione annua
100.000 bt
Enologo
Enzo Brezza
Indirizzo
Via Lomondo, 4 - Barolo (CN)

"Conduzione impeccabile delle vigne, vini di spiccata classicità, e su tutto una spolverata di Langa autentica, che non indugia in frivolezze nè in slanci modaioli: Brezza è un pezzo del mondo Barolo che va salvaguardato come si fa con le specie in via d'estinzione"

Guida Slowine 2020

I vini di Brezza