Brezza

La tradizione dei grandi vini rossi piemontesi dal 1885

Brezza è uno dei grandi nomi del Barolo, un produttore che ha saputo confermarsi, anno dopo anno, ai vertici della produzione. La filosofia della famiglia Brezza è facilmente comprensibile: produrre grandi vini rossi nel pieno rispetto della natura. Da qui deriva la scelta della produzione biologica, intesa come valore etico e culturale e non come strumento di promozione. I vini di Brezza rappresentano il lato nobile della tradizione e si inseriscono pienamente nella classicità del Barolo, ma riescono sempre a mantenere dinamismo e originalità. Nata nel 1885 dal sapiente lavoro di Giacomo, la cantina Brezza può contare oggi su ventidue ettari di terreno, di cui sedici e mezzo sono destinati a vigneto.

La produzione comprende i classici vitigni rossi piemontesi (Nebbiolo, Barbera, Dolcetto e Freisa) e lo Chardonnay come unica eccezione “in bianco”. La dimensione famigliare della cantina, giunta ormai alla quarta generazione, si racchiude interamente nelle 80mila bottiglie prodotte, a conferma del carattere artigianale e passionale di questi vini.

La famiglia Brezza gestisce anche un ristorante e un albergo a pochi passi dal centro di Barolo, dove è possibile visitare un piccolo museo storico che contiene tutte le attrezzature utilizzate in passato per il lavoro in vigna.

Informazioni

Regione
Vini principali
Barolo, Nebbiolo e Barbera
Anno fondazione
1885
Ettari vitati
20
Produzione annua
100.000 bt
Enologo
Enzo Brezza
Indirizzo
Via Lomondo, 4 - Barolo (CN)
I vini di Brezza