Cascina del Bosco

Pionieri della viticoltura in Valcalepio

La tenuta Cascina del Bosco si trova in Valcalepio, l’area collinare situata nella zona pedemontana tra i fiumi Adda e Oglio. Un territorio verde e rigoglioso, coperto da boschi e con colline che offrono belle esposizioni soleggiate, adatte per una viticoltura di qualità. La storia di Cascina Bosco ha inizio nel 1967 quando Lorenzo Bonaldi ha acquistato Sorisole, un podere di una decina di ettari nel cuore della Valcalepio. Convinto che anche in quest’area del territorio bergamasco si potesse produrre del vino di qualità, all’inizio degli anni ’70 ha cominciato i primi lavori per realizzare i vigneti. Essendo una zona priva di tradizioni antiche e di varietà autoctone, ha deciso di coltivare i vitigni internazionali più famosi, che garantivano una buona adattabilità alle caratteristiche pedoclimatiche locali. La scelta è caduta così su: Merlot, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Grigio.

Nello stesso periodo sono iniziati anche i lavori per la costruzione di una cantina, con tradizionali vasche in cemento per la vinificazione e botti in legno per l’invecchiamento dei vini rossi. La prima bottiglia di vino rosso è stata lanciata sul mercato nel 1977 e nel 1982 è stato presentato il Metodo Classico Brut. I primi riconoscimenti non sono tardati a venire e Cascina Bosco si è messa in luce come una delle realtà più interessanti del territorio, grazie a un continuo lavoro di ricerca per migliorare la qualità in vigna e in cantina. Proprio in questa prospettiva, negli anni 2000 e stata ristrutturata la cantina con le più moderne attrezzature di vinificazione. Sono stati inoltre ripiantati dei vigneti seguendo logiche più rigorose e moderne, tese a ottenere basse rese per ettaro e uve di notevole ricchezza e concentrazione aromatica.

I vigneti sono inseriti nel contesto naturale del Parco dei Colli di Bergamo, alle pendici del Canto Alto. La proprietà ha un’estensione complessiva di undici ettari, di cui quattro dedicati alla viticoltura. Le vigne sono coltivate sui versanti collinari meglio esposti, situati tra due piccole valli. La conduzione agronomica è molto attenta e le uve sono vinificate nel massimo rispetto delle caratteristiche della materia prima. Tutte le operazioni in cantina si svolgono con l’unico obiettivo di preservare le caratteristiche varietali. Oggi l’azienda rappresenta una delle punte di diamante della denominazione Valcalepio e ha saputo dimostrare come anche in una terra vergine si possono produrre grandi vini. La gestione della tenuta è oggi nelle mani di Simona Bonaldi, che ha saputo innovare e creare valore con una gamma di vini di eccellente livello.

Altre informazioni

Anno fondazione
1967
Enologo
Alessandro Santini
Indirizzo
BONALDI Cascina del Bosco, Loc. Petosino, Via Poldo Gasparotto, 96 - 24010 Sorisole (BG)
I vini di Cascina del Bosco