Castello di Spessa

Dal Collio all’Isonzo, i grandi vini friulani

Il Castello di Spessa rappresenta una delle eccellenze più conosciute del Friuli Venezia Giulia.  Le origini della cantina risalgono alla fine degli anni ’70, quando Loretto Pali ha acquistato una tenuta di circa 60 ettari nella zona dell’Isonzo, che ancora oggi costituire il nucleo principale dell’azienda e il più importante polo produttivo.  Nel 1987 la proprietà si è ingrandita con l’acquisizione del Castello di Spessa e 28 ettari di vigneti situati nella splendida zona del Collio goriziano, sulle colline di Capriva del Friuli. Oggi la cantina è in grado di offrire una vasta gamma di etichette, che rappresentano i migliori terroir della regione, interpretati con uno stile raffinato, che punta soprattutto sull’eleganza e sulla freschezza minerale.

Tutti i vini del Castello di Spessa sono prodotti esclusivamente con vigneti di proprietà, in modo da poter controllare tutta la filiera dalla pianta alla bottiglia. Le uve provengono dalle due tenute: dell’Isonzo e del Collio. Si tratta di terroir d’eccellenza, che possono godere di una collocazione geografica privilegiata. L’arco delle Alpi Giulie tiene al riparo i vigneti dalle perturbazioni che scendono da nord-est e le brezze, che risalgono dal litorale adriatico, contribuiscono a mitigare il clima e a garantire una costante ventilazione. Da un punto di vista dei suoli, le due aree presentano, invece, notevoli differenze. I terreni del Collio sono composti da marne e arenarie d’origine eocenica, friabili e ricche di sostanze minerali. I suoli dell’Isonzo sono d’origine alluvionale e lo strato superficiale di terre rosse, insiste su un profondo substrato di ciottoli e ghiaie.

Le vigne sono gestite con potature corte e basse rese per ettaro, in modo da ottenere pochi grappoli con una buona concentrazione aromatica. La scelta dei vitigni rispecchia fedelmente le tradizioni del territorio con: Ribolla Gialla, Friulano, Sauvignon Blanc, Chardonnay, Pinot Grigio, Pinot Bianco, Pinot Nero, Merlot e Cabernet Sauvignon. Per preservare la ricchezza e l’integrità aromatica delle uve, le vendemmie si svolgono di notte, in modo da potare in cantina uve fresche e fragranti ed evitare ossidazioni. Le vinificazioni si condotte in modo parcellare, per mettere in risalto tutte le sfumature del territorio, utilizzando pratiche delicate e sempre rispettose di uve di eccellente qualità.

Altre informazioni

Anno fondazione
2014
Enologo
Enrico Paternoster
Indirizzo
Via Spessa, 1 - 34070 - Capriva del Friuli (GO)
I vini della cantina Castello di Spessa