Col di Corte

I volti artigianali del Verdicchio di Jesi

La cantina Col di Corte si trova in provincia di Ancona nel comune di Montecarotto, uno dei diversi Castelli di Jesi dove “governa” il Verdicchio. Il progetto fu realizzato da quattro amici provenienti da diverse esperienze che nel 2012, uniti dalla passione per il vino, decisero di riunirsi e rilevare l’ex cantina Laurentina. Guidati da un forte entusiasmo trasformarono presto la loro avventura in una vera e propria professione. Oggi è Giacomo Claudio Rossi, ex produttore cinematografico e regista del film “Resistenza Naturale” di Jonathan Nossier, che si occupa a tempo pieno della tenuta, seguito da Claudio Caldaroni, enologo che coordina le attività in vigna e in cantina. Col di Corte si estende su circa 12 ettari: 4 dedicati al Verdicchio, 3 al Montepulciano, 2 alla Lacrima di Morro d’Alba, 2 al Sangiovese e 1 al Cabernet Sauvignon. 

Col di Corte abbraccia un paesaggio che sembra dipinto per la coltivazione della vite. Quest’ultime sono state allevate con metodi convenzionali fino al passaggio di proprietà, in seguito i quattro ragazzi hanno deciso di adottare un approccio rispettoso e sensibile nei confronti dell’ambiente attraverso l’utilizzo di pratiche biologiche certificate con anche trattamenti biodinamici. Nel corpo principale, che si snoda attorno alla cantina a circa 200 metri di altitudine, spicca un vigneto di circa 30 anni, destinato per produrre la Riserva della casa. I terreni hanno forti pendenze e sono composti da strati di argilla e sabbia. A partire dal 2017 si è aggiunta anche la piccola parcella di Lacrima di Morro d’Alba, presa in affitto nei pressi del borgo medievale di Belvedere Ostrense. In cantina le vinificazioni avvengono separatamente parcella per parcella e le fermentazioni sono spontanee grazie all’azione di lieviti indigeni.

I vini Col di Corte raccontano tutti gli umori di queste dolci colline marchigiane dell’anconetano con tutte le sfumature rustiche e marine del territorio. Una linea che si colora principalmente di bianco, grazie alla produzioni di diverse interpretazioni di Verdicchio, ma presenta anche rossi franchi e freschi dal sorso schietto, diretto e fruttato. Semplici, dritti e genuini: un inno all’artigianalità delle Marche!

Informazioni

Regione
Vini principali
Verdicchio, Montepulciano
Anno fondazione
2012
Ettari vitati
12
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
35.000 bt
Enologo
Claudio Caldaroni
Indirizzo
Via San Pietro, 19/A - Montecarotto (AN)
I vini della cantina Col di Corte