Disznoko

L'eredità e la leggenda del grande Tokaj ungherese

La Cantina Disznoko si trova in Ungheria all’estremità Sud-Ovest della regione Tokaj-Hegyalja, a circa 250 chilometri da Budapest; la tenuta, di 20 ettari, è situata sopra una collina di origina vulcanica col terreno argilloso e ciotoli di Perlite. Sulla cima di questa collina vi è una roccia cha vagamente ricorda un cinghiale, cioè un “diszno” in lingua ungherese. La regione Tokaj-Aegyalja vanta il primato di essere stata la prima regione al mondo a creare una vera e propria scala di classificazione delle zone vitivinicole, e la tenuta Disznoko, fin dal 1772, è sempre stata classificata come vigneto di 1° classe. I vigneti sono impiantati nel versante Sud della collina, che, così, li protegge dai venti freddi che provengono dal Nord.

Dall’avvento del comunismo la tenuta è stata proprietà dello stato, ma dopo la caduta del regime è stata acquistata, nel 1992, da un grande gruppo internazionale. Da quella stessa data la tenuta è gestita dall’ingegnere agronomo M. Laszlo Meszaros. Nell’ultimo ventennio moltissime migliorie sono state apportate sia alle vigne, reimpiantate, che agli stabili dell’Azienda restaurati o costruiti ex-novo; la cantina è stata costruita sotto la tinaia, a 10 metri sotto terra, e garantisce una temperatura di 12° costante, per tutto l’anno.

I vitigni sono tipici della zona: il Furmint, che copre il 60% della superficie delle vigne, il Harslevelu, molto fruttato, lo Zetà e una piccola quantità di Muscat; il primi tre in una sapiente assemblaggio forniscono uno dei vini più noti al mondo, il Tokaj, il vino che fece esclamare a Luigi XIV “il vino dei re, il re dei vini”.

Informazioni

Regione
Vini principali
Tokaji
Enologo
Kovacs Zoltan
Indirizzo
3931 Mezőzombor, Disznókő dülő
I vini della cantina Disznoko