Fabio Motta

Lo spirito e la passione di un giovane ed estroso vignaiolo nel cuore del terroir bolgherese

Fabio Motta rappresenta senza ombra di dubbio il volto nuovo e giovane della celeberrima area vinicola di Bolgheri, nella provincia livornese. Di origini brianzole, si laurea prontamente in Agraria per seguire il suo sogno di divenire un vignaiolo contemporaneo e acquisisce la sua esperienza durante 5 anni trascorsi al servizio di Michele Satta, estroso vigneron proveniente da Varese che ormai dagli anni Ottanta celebra con rispetto ed eleganza l’universo bolgherese, ponendo come punto focale della sua opera enologica il culto della vigna e dell’agricoltura ragionata, volta ad ottenere grappoli perfettamente sani e vinificazioni fortemente collegate alla qualità delle sue uve. Qui Fabio carpisce da Michele ogni segreto e tecnica, ma acquisisce soprattutto la consapevolezza che l’uomo deve essere al servizio della natura per riuscire ad imbottigliare etichette di livello, che esprimono fedelmente il loro terroir di origine.

Umiltà e passione sono alla base dell’opera di Fabio Motta, viticoltore a Bolgheri, che con l’obbedienza alla terra riesce ad ascoltarla e a saperla attendere, assecondando il territorio dove coltiva, il suo clima e le sue attitudini per essere in grado di trasportare questo universo dentro ad un calice. Qui l’area bolgherese è naturalmente predisposta alla creazione di grandi etichette, principalmente per l’effetto della rifrazione della luce del sole attraverso l’acqua del mare che inonda i vigneti costieri con più luce della norma. Le correnti marine tiepide e salmastre asciugano dolcemente i filari, limitando il proliferare di malattie fungine e favorendo la naturale, sostanziosa maturazione dei grappoli.

La cantina di Fabio Motta elabora perciò le grandi uve del territorio della costa livornese, importate principalmente durante il secolo scorso attingendo a piene mani dal modello bordolese, che in questa zona assume dettagli più mediterranei rispetto alle canoniche influenze oceaniche. Si osserva la proliferazione di vitigni internazionali assemblati da Fabio in base ai vigneti di provenienza che vengono coltivati in biodinamica, come nel caso del Bolgheri Rosso “Pievi”, dove si ritrova anche una consistente parte di Sangiovese. Si pone però in parallelo alla bottiglia di punta della cantina, ossia il Bolgheri Rosso “Le Gonnare”, a base di Merlot e Syrah che trasmette perfettamente lo spirito di questo intraprendente vignaiolo, che fa dell’equilibrio e della mediterraneità la sua firma.

Informazioni

Regione
Vini principali
Bolgheri Rosso
Anno fondazione
2009
Ettari vitati
7
Produzione annua
52.000 bt
Indirizzo
Vigna al Cavaliere, 61 - 57022 Castagneto Carducci (LI)
I vini della cantina Fabio Motta