Georges Laval

L’artigiano biologico dello Champagne, dal 1971 a oggi

Georges Laval è un vignaiolo biologico che è stato capace di incarnare al meglio il concetto di artigiano dello Champagne, divenendo una tra le migliori firme delle bollicine francesi. Ci troviamo a Cumières, villaggio Premier Cru della Vallée della Marne, a soli 5 km da Épernay, nel cuore dello Champagne.

La famiglia Laval coltiva 3,5 ettari di proprietà dal 1694 ma è stato Geroges Laval, nel 1971, a inaugurare la produzione di Champagne, diventando produttore. Dopo aver letto un reportage dell’esploratore Jacques-Yves Cousteau, che dichiarava la presenza di tracce di pesticidi nei ghicci dell’Antardide, Geroges decise di abolire qualsiasi trattamento sintetico in vigna, divenendo uno dei pionieri della produzione biologica di Champagne. Oggi il figlio Vincente porta avanti con convinzione e passione il lavoro del padre: “Assumendo la gestione della proprietà nel 1996, perseguo ciò che considero necessario: la coltivazione biologica, il rispetto dell’ambiente, la conservazione degli aromi e dei sapori originali del terroir, la produzione di grandi Champagne”.

Gli Champagne firmati Georges Laval nascono da viti di età compresa fra i 30 e i 70 anni, nutrite da fertilizzanti organici e coltivate senza fare nessun uso di mezzi meccanici per aerare la terra: compost, zappa e preparati organici sono gli unici alleati. In cantina, durante la fase di vinificazione, si fa uso solamente di una presa champenoise di lieviti indigeni per la fermentazione in barrique e di basse quantità di anidride solforosa. Questi sono gli ingredienti di una piccola produzione di eccellente qualità, di Champagne veri e autentici, artigianali ed entusiasmanti.

Informazioni

Vini principali
Champagne
Anno fondazione
1971
Ettari vitati
35
Produzione annua
12.000 bt
Enologo
Vincent Laval
Indirizzo
16 ruelle du Carrefour - 51480 Cumières, France

 "Il mio lavoro consiste nel preservare le caratteristiche di ogni porzione di terra e seguire la vinificazione, per ritrovare finalmente la loro espressione in ogni bottiglia"

Vincent Laval
Gli Champagne di Georges Laval