Graci

Solo vitigni dell'Etna, nel rispetto del territorio, della tradizione e della natura

Alberto Aiello Graci è un ragazzo di trentacinque anni che ha deciso di cambiare vita dopo gli studi di Economia e un impiego a Milano. Ha scelto di tornare in Sicilia e di iniziare un mestiere nuovo, quello del viticoltore. Oggi da quasi due anni lo affianca con la stessa grande dedizione e passione la sorella più giovane, Elena. Da quando ha intrapreso questa nuova avventura, Alberto ha sempre avuto le idee chiare: ha ripreso in mano vigne di una bellezza splendente, piante coltivate ad alberello che il tempo, il clima e l’opera di viticoltori hanno modificato nella forma. Sì, perché qui la natura ha una forza quasi metafisica e gli uomini non sono gli unici protagonisti, ma per lo più comprimari e interpreti del volere della natura. La forza di Alberto è stata proprio quella di aver capito questo concetto e di essersi adeguato; i suoi vini hanno così assunto un carattere naturale, senza sovrastrutture create ad arte per impressionare il degustatore. Uva e vulcano, questo sono i vini di Graci, unici interpreti di un terroir straordinario. La cantina è un vecchio e maestoso palmento recuperato con maestria da Alberto. Qui una parte è occupata dalla struttura produttiva, mentre una parte, con volte a crociera, ospita ancora le vecchie botti e gli strumenti per la produzione del vino. I vini, nonostante l’anima non semplice, dimostrano sempre una personalità unica e invidiabile: lo stile dei rossi di Graci è sempre riconoscibile, con sentori pieni ed armonici, mentre i bianchi lasciano spazio ad una mineralità e ad una sapidità davvero notevole e impressionante. Una tappa obbligata nel panorama siciliano.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Etna Rosso, Etna Bianco
Anno fondazione
2004
Ettari vitati
18
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
40.000 bt
Enologo
Alberto Aiello Graci e Emiliano Falsini
Indirizzo
Contrada Arcuria - Località Passopisciaro - 95012 Castiglione di Sicilia (CT)
I vini di Graci