La Perla

Passione e avanguardia valtellinesi

Con il suo carattere innovativo e appassionato, Marco Triacca gestisce la realtà vitivinicola valtellinese La Perla, autrice di espressioni territoriali e raffinate, di straordinaria piacevolezza. La cantina nasce ufficialmente nel 2009 a Tresenda di Teglio, qualche chilometro a est rispetto a Sondrio, nella parte orientale della Valtellina, ma la famiglia Triacca da generazioni si tramanda il sapere e la passione enologiche. “La Perla” era il soprannome della madre di Marco, Elisa, la quale, assieme al padre Domenico, ha trasmesso l’amore per questo straordinario mondo.

I filari di proprietà della cantina La Perla, distribuiti su 3.5 ettari ed esposti a pieno sud, percorrono ripidi terrazzamenti ai piedi delle Alpi, a circa 400 metri di altitudine. I terreni, di origine morenica, sono dotati di un’ottima permeabilità e risultano composti principalmente da sabbia e limo. Il clima è fresco e ventilato, con importati escursioni termiche tra il giorno e la notte, presupposti ideali per ottenere vini raffinati, freschi e profumati. Oltre alla qualità, premessa fondamentale per la famiglia Triacca, la produzione mira alla sostenibilità ambientale, economica e sociale, salvaguardando la biodiversità e la tradizione del territorio. In quest’ottica, tutti i vigneti sono inerbiti, l’impiego di diserbanti è escluso, viene adottata la pratica della confusione sessuale per contrastare molti parassiti senza arrecare danno all’ambiente e il ricorso a prodotti chimici è limitato al minimo necessario. Anche le tecnologie utilizzate in vigna e in cantina sono a basso impatto ambientale. Le varietà allevate sono quelle tradizionali: Nebbiolo, localmente chiamato Chiavennasca, e Pignola Valtellinese, varietà a bacca nera dal grappolo molto compatto, simile a una “pigna”, da cui il nome.

La Perla offre etichette di classe e struttura, dalla beva coinvolgente. Con il Nebbiolo la tenuta dà origine a tre diverse interpretazioni, raccogliendo l’uva in altrettanti differenti periodi. Gli acini della prima vendemmia, anticipata, vengono posti ad appassire in fruttaio per l’elaborazione dello Sforzato di Valtellina, mentre quelli della seconda e terza raccolta finiscono in due distinti Valtellina Superiore. Invece, la Pignola Valtellinese viene vinificata in bianco e spumantizzata.

Altre informazioni

Anno fondazione
2009
Indirizzo
Via Valgella 29/b - 23036 - Tresenda di Teglio (SO)
I vini della cantina La Perla