Marco Porello

Comunicare il Roero con semplicità, bevibilità e appartenenza al territorio

Marco Porello è l’esempio della classica realtà roerina di un tempo: i terreni di proprietà erano per lo più dedicati alla coltivazione di frutta, in particolare di pesche - note per la loro grande qualità in quel di Canale - e la gestione era rigorosamente nelle mani della famiglia. Tutto qui è cominciato negli anni Trenta con Cesare Porello, eredità accolta positivamente dai figli Riccardo e Ettore che hanno progressivamente aumentato gli ettari vitati, con un occhio di riguardo per le località più storiche e vocate. Nel 1994 scende ufficialmente in campo Marco, figlio di Riccardo, forte delle sue personali esperienze in campo bordolese e toscano, ispirato dalla stessa attenzione rivolta alla qualità delle tre precedenti generazioni. Al suo fianco c’è sempre mamma Enza che scruta da lontano i lavori quotidiani praticati in vigna.

Essere viticoltore in Roero è un atto di amore e coraggio nei confronti di quell’areale vitivinicolo che si estende al di là della riva sinistra del fiume Tanaro. Gli attuali 19 ettari di vigne si estendono nelle zone di Canale e Vezza d’Alba, caratterizzate da marcate pendenze e da suoli di origine marina ricchi di sabbia e sali minerali, dove sono le varietà tipiche del territorio a trovare spazio: Nebbiolo, Barbera, Arneis e Favorita. Le etichette di Marco Porello sono ispirate dai nomi delle vigne da cui provengono le uve, ad esempio, il Carnestri che dà vita all’Arneis portabandiera della cantina, il Mommiano e la Filatura con viti di circa 50 anni, dove regna la Barbera e il Torretta dove piante di 30-50 anni di età, cullano uve Nebbiolo, dando vita al rappresentativo Roero Rosso.

Tra i filari il diserbo è praticato meccanicamente e gli unici prodotti dei quali si fa uso sono gli insetticidi necessari per combattere il male della flavescenza dorata. Le fermentazioni hanno luogo esclusivamente in serbatoi di acciaio, per mantenere vivo il respiro autentico del Roero e gli affinamenti dei rossi avvengono in legni di diverse capacità. Per Marco Porello la vera sfida in cantina è quella di avere sempre una mano leggera e rispettosa, più interessata a dar vita a vini di appagante beva, ricchi di vibranti contenuti territoriali del classico Roero.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Roero, Arneis, Barbera, Favorita
Anno di fondazione
2002
Ettari vitati
19
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
130.000 bt
Enologo
Marco Porello
Indirizzo
Corso Alba 71 - 12043 Canale (CN)
I vini della cantina Marco Porello