Mauro Molino

Le radici famigliari di Mauro e il dinamismo di Matteo e Martina

Quando si parla della cantina Mauro Molino si è davvero portati a pensare al concetto, troppo blasonato e reiterato, della tradizione che incontra l’innovazione. Mauro è ancora lo spirito vivo di questa storica realtà: le decisioni importanti passano ancora da lui e nonostante l’età che avanza, il richiamo alla terra è ancora troppo forte per non essere ascoltato. Lui ad aver ereditato i primi fazzoletti di terra da suo padre, lui ad essersi innamorato del Nebbiolo, delle sue mille facce e della sua sovrumana potenza. Oggi è tempo di lasciare il timone ai figli, Matteo e Martina, con la consapevolezza che solo credendo nelle loro personali propensioni e investendo nella loro permanenza in azienda, il passato della cantina si sarebbe trasformato in presente.

Matteo ha ricalcato le orme del padre, iscrivendosi alla Scuola Enologica di Alba e dedicando tutto sé stesso ai vigneti di famiglia, con uno sguardo più moderno, in linea con i principi di sostenibilità e rispetto ambientale che il presente enologico reputa fondamentali e indispensabili per il domani della viticoltura. Anche Martina, la piccola di casa, si diploma nella medesima scuola e si unisce professionalmente alla famiglia, occupandosi personalmente della parte comunicativa e commerciale. Impossibile non rispondere positivamente al richiamo della cantina, quando si tratta di un territorio così suggestivo e ammaliante come quello delle Langhe.

La cantina Mauro Molino sorge in frazione Annunziata, nel rinomato cru di La Morra, dove le colline sono dolci, ordinate e perfettamente pettinate, dove il microclima è variegato e sfaccettato e i suoli ricchi di marne azzurre, che donano finezza olfattiva ai vini. Attualmente sono 14 gli ettari di proprietà, suddivisi tra il vigneto  Conca, la prima etichetta prodotta e ancora oggi luogo a cui la famiglia Molino è più affettivamente legata, Bricco Luciani, La Serra e Gallinotto. Ogni Barolo firmato Molino risponde a criteri di rigore ed eleganza, continuità con la tradizione e resistenza all’invecchiamento nel tempo, svelando un’anima unica e singolare in virtù del terroir di provenienza. Saranno soprattutto i profumi eleganti e cangianti, a stupirvi per l’intensità e la complessità: l’immagine più rappresentativa del valore dei cru lamorresi. Sorsi dinamici di passato, rinforzati dalla giovane energia del presente.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Nebbiolo, Barolo
Anno di fondazione
1982
Ettari vitati
14
Uve di proprietà
85%
Produzione annua
120.000 bt
Enologo
Matteo Molino
Indirizzo
Frazione Annunziata, Borgata Gancia 111 A - 12064 La Morra (CN)
I vini della cantina Mauro Molino