Michele Perillo

La grande Irpinia, il riferimento del Taurasi: vini di grande complessità e dall'imponente personalità

La cantina Michele Perillo sorge a Castelfranci, in provincia di Avellino, nel cuore dell’Irpinia, zona d’eccellenza vitivinicola per la produzione del Taurasi. Michele è un vero e proprio vigneron: trascorre l’intera giornata tra vigna e cantina, con l’aiuto di sua moglie Annamaria Romano e del figlio Felice.

 

Il vigneto di Michele Perillo si estende per 5 ettari tra i territori di Castelfranci e Montemarano a 600 metri di altitudine e gode di una buona esposizione e di un’importante escursione termica. Le viti sono impiantate su suoli tufacei, ricchi di argilla e silice, e sono allevate a starzeta e a spalliera. Alcuni appezzamenti risalgono addirittura agli anni Trenta. Aglianico e Coda di Volpe sono i due vitigni coltivati. Le rese sono bassissime: non superano mai i 50 quintali per ettaro. Quella di Michele Perillo è un’agricoltura convenzionale, ma non invasiva. La maturazione delle uve è lenta, per via del clima freddo. E questo elogio della lentezza lo ritroviamo anche nella vinificazione in cantina. Le uve vengono fatte fermentare su lieviti indigeni in acciaio e in seguito affinate a lungo in barrique e rovere di Slavonia. Come un artigiano, Michele lascia che il vino maturi col suo tempo, senza fretta: dopo l’imbottigliamento e prima di essere commercializzati, i vini di Michele vengono fatti riposare in cantina per 8 anni. E, si sa, l’attesa ripaga.

 

La cantina Michele Perillo è un esempio di amore per la tradizione e per il territorio e rappresenta una realtà di riferimento per gli amanti del Taurasi. I suoi sono grandi vini, senza se e senza ma, e richiedono tempo e pazienza per essere compresi e apprezzati appieno, sono dei veri tesori da scoprire.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Taurasi, Coda di Volpe
Anno di fondazione
1999
Ettari vitati
5
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
18.000 bt
Enologo
Carmine Valentino
Indirizzo
Contrada Valle, 19 - 83040 Castelfranci (AV)
I vini di Michele Perillo