Oasi degli Angeli

Una filosofia che si specchia nei grappoli marchigiani

A guidare la storica cantina Oasi degli Angeli, collocata a cavallo tra i territori di Cupra Marittima e Ripatransone, sono Marco Casolanetti ed Eleonora Rossi, ormai da circa vent’anni. La loro filosofia aziendale è sempre stata singolare, poiché si sono fin da subito avvicinati ai dettami dell’agricoltura biologica e alla biodinamica. In vigna, infatti, le bassissime rese per ettaro sono rese possibili da una fittezza d’impianto che ha quasi dell’incredibile e che si abbina alla conservazione di uno solo o due grappoli a pianta. La forma d’allevamento utilizzata è quella tradizionale della zona, l’alberello a canocchia, ovvero una sorta di capannina tra due filari contigui.

I prodotti utilizzati, a dir poco particolari, prevedono silicati, miscele a base di propoli, alghe, lecitina di soia, bicarbonato di potassio e derivati del latte. In cantina non è ammessa nessuna forma di intrusione: lieviti esclusivamente autoctoni, solforosa ed enzimi assolutamente banditi, così come chiarifiche e filtrazioni. Tutti questi accorgimenti sono utilizzati per la produzione di solo 2 etichette (la seconda si è aggiunta nel 2011 per la prima volta): il Kurni, storico Montepulciano, e il Kupra.

Il vino aziendale di punta, il Kurni, è un vino capace di ottenere i massimi riconoscimenti dalle guide dall’anno della sua prima produzione, nel 1997; un vino dalla forte personalità, frutto di selezioni esasperate e capace nel tempo di tradurre in termini di sapidità la dolcezza dei primi anni in bottiglia, nonché offrire una ricchezza di dettagli stupefacente.

Informazioni

Regione:
Vini principali
Kurni, Kupra
Anno di fondazione
1997
Ettari vitati
16
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
7.500 bt
Enologo
Eleonora Rossi e Marco Casolanetti
Indirizzo
Contrada S. Egidio, 50 - Cupra Marittima (AP)
I vini di Oasi degli Angeli