Opperbacco

Ovvero: quando il luppolo incontra il vino

Opperbacco, un nome essenziale e al contempo fortemente esemplificativo, un nome che parla di un incontro fortuito e felice tra il luppolo (in inglese: hop) e il dio del vino, dell’ebbrezza, dell’ambiguo. E infatti nel logo identificativo del birrificio (fulgido richiamo al Caravaggio), il dio Bacco tiene in mano un boccale di birra non un calice di vino! Ma Opperbacco è prima di tutto la celebrazione dell’incontro di Luigi Recchiuti, competentissimo mastrobirraio di casa con il mondo fascinoso, intrigante e polivalente della birra. Luigi Recchiuti è laureato in Scienze Agrarie presso la facoltà di Bologna, ma di fare l’agronomo si è un po’ annoiato per cui si diletta con l'homebrewing. Da qualche esperimento in più e tanta passione, Luigi realizza finalmente di voler fare il birraio da grande. La fattibilità economica viene studiata minuziosamente con l’aiuto della moglie e con la consulenza di Leonardo di Vincenzo e alla fine la possibilità di aprire un birrificio si fa sempre più concreta.

Opperbacco è quindi frutto di una storia personale che diventa realtà a tutti gli effetti nel 2009, precisamente il 3 Febbraio con la prima cotta. L’impianto di produzione da 20 ettolitri è stato realizzato seguendo i disegni ingegneristici di Luigi: due soli tini con una sola pompa, semplice ed essenziale, come fare la birra in casa, ma più in grande! Opperbacco ha sede a Notaresco, un piccolo paese del teramano, nell’Abruzzo che guarda verso il mare Adriatico dove le colture tipiche sono gli olivi, le vigne e i campi coltivati a cereale; proprio qui brilla un barlume tutto brassicolo. Per vostra informazione, a poca distanza dal birrificio, potete trovare un AgriPub della stessa proprietà, dotato di ottime spine e cibo territoriale.

Luigi Recchiuti nel portare avanti le ricette di Opperbacco, punta sulla sperimentazione, ma non fine a sé stessa, una ricerca innovativa sempre mirata alla creazione di birre convincenti, finite, pulite: “non mi piace che la gente paghi i miei esperimenti come fossero birre pronte, non è giusto” (Il Piacere della Birra, 2017). La linea di birre Opperbacco vanta grande versatilità produttiva, dalle più storiche come la 10 e Lode alle nuove sperimentazioni della linea Natura e Natura Uva: birre a fermentazione spontanea, affinate in tonneau che hanno ospitato vino di aziende abruzzesi, con l’aggiunta di frutta, fiori o mosto di vino.

Informazioni

Regione
Anno fondazione
2009
Produzione annua
2900 hl
Indirizzo
Microbirrificio Opperbacco, Via Casarino 19 - 64024 Notaresco (TE)

"Creatività incendiaria, che tempo es esperienza hanno modulato, rendendola efficacissima e regalando birre di valore assoluto"

Guida alle birre d'Italia 2019

Le birre del Microbirrificio Opperbacco