Sigalas

Una favola antica in un terroir da sogno: vini dove la mineralità è protagonista

Domaine Sigalas è in assoluto una delle più belle realtà dell'enologia greca, una di quelle cantine che ti fanno innamorare del mondo vino per la qualità e per la personalità che riesce a trasferire nel calice, partendo da un terroir per certi versi povero, ma per altri estremamente ricco e complesso. Siamo a Santorini, nelle Cicladi, nell'Egeo meridionale, dove il paesaggio è dominato dal bianco delle graziose casette poste a strapiombo sulla caldera e dal blu del mare, del cielo e dei tetti delle stesse.

Siamo nella punta settentrionale dell'isola, lungo la strada che collega Fira a Oia, a poco meno di un chilometro dal mare, dove il vento soffia forte veicolando sui vigneti le note saline del Mediterraneo. 19 ettari di vigneto con viti ancora tutte a piede franco, dove vengono coltivate varietà autoctone che esprimono perfettamente la storia millenaria dell'enologia greca; una storia ricca che ha rivestito un ruolo importante nella crescita di una cultura millenaria che ha fondato mitologia, tradizioni e aspetti sociali su una bevanda ritenuta sacra per diversi secoli.

Assyrtiko, Athiri e Aidani a bacca bianca, Mandilaria e Mavrotragano a bacca rossa, coltivati da vigne molto vecchie a canestro, in greco "giristi": i lunghi tralci della vite vengono arrotolati per terra al fine di proteggere i grappoli dal sole e dai venti. Una forma di allevamento che porta rese molto basse e a sfruttare al meglio l'acqua, una delle risorse più preziose in quest'isola, che ha modo di mantenersi più a lungo nella parte centrale del canestro.

Non solo canestro; qui la vite cresce su un terreno povero per certi versi, ma indubbiamente ricco e complesso. Suoli vulcanici ricchi di magnesio e ferro, con piccole percentuali di pietra pomice che ha il pregio di trattenere l'acqua e l'umidità. Un terroir unico fatto di suolo vulcanico, allevamento a canestro e un clima particolare, con un forte soleggiamento per gran parte dell'anno e, aspetto non da poco considerando che siamo nel mezzo del Mediterraneo, forti escursioni termiche e venti.

Un viaggio sensoriale tra mitologia e tradizioni, in un’isola che racchiude il fascino di un terroir unico, dove la passione per il vino e la voglia di diffondere le varietà locali ha fatto nascere un sogno, il Domaine Sigalas.

Informazioni

Vini principali
Assyrtiko, Vin Santo
Anno di fondazione
1991
Ettari vitati
19
Produzione annua
300.000 bt
Enologo
Papaoikonomou Yiannis
Indirizzo
Oia Santorini 84702
I vini di Sigalas