Tenute Chiaromonte

Un’istituzione del grande Primitivo in purezza nell’entroterra barese

Fortemente legata al territorio dell’entroterra barese, la famiglia Chiaromonte produce vino dal 1826 e rappresenta oggi una bella storia enologica che prosegue nel rispetto delle tradizioni con un pizzico di sperimentazione e innovazione tecnologica. Le Tenute Chiaromonte sono guidate dal 1998 da Nicola, erede di antichi saperi tramandatigli dal padre e dal nonno, che ha promosso la riconversione biologica dei vigneti e ottenuto sorprendenti risultati, imponendosi come uno dei maggiori talenti della denominazione di Gioia del Colle.

I vigneti delle Tenute Chiaromonte sono coltivati secondo metodi biologici e comprendono vecchie viti allevate ad alberello pugliese: ovunque domina il Primitivo. I terreni di natura calcarea, influenzati da fenomeni carsici, donano alle uve caratteristiche uniche e irripetibili. Nicola è molto legato alle pratiche tradizionali ma è anche dotato di un estro innovativo che lo induce a praticare continue ricerche e sperimentazioni sui tipi di coltivazione, sui metodi di fermentazione, sui tipi di legno delle botti. Sia in vigna che in cantina la filosofia di Nicola è incentrata sul rispetto dell’ambiente e sull’attenzione minuziosa ad ogni dettaglio.

La produzione delle Tenute Chiaromonte è limitata, per mantenere livelli qualitativi molto alti. Si tratta di grandi espressioni di Primitivo in purezza, capaci di coniugare potenza alcolica e precisione dei tratti. Da un approccio virtuoso che ricerca il legame con la tradizione e la genuinità, nascono bottiglie che incantano e stupiscono i sensi, elevando il piccolo centro di Acquaviva delle Fonti a luogo di primo piano nella produzione del Primitivo di qualità.

Informazioni

Regione
Vini principali
Primitivo
Anno fondazione
1998
Ettari vitati
42
Uve di proprietà
100%
Produzione annua
120.000 bt
Enologo
Nicola Chiaromonte
Indirizzo
Contrada Borgo Annunziata - 70021 Acquaviva Delle Fonti (BA)

"I miei genitori mi hanno insegnato che la terra è fatta palmo a palmo: significa che quello che può dare un palmo di terreno non è uguale a quello che può dare l'altro palmo. Mi piace pensare che la diversità sia una ricchezza ed un valore che aumenta e migliora il lavoro dell'uomo"

Nicola Chiaromonte
I vini di Tenute Chiaromonte